Cat di Confcooperative anche a Ragusa. Favorire la cooperazione

Tempo di lettura: 2 minuti

Anche la sede territoriale di Ragusa di Confcooperative promuove, come accade a livello regionale, i Cat (Centri di assistenza tecnica cooperativa), introdotti con l’art. 68 della L.R. 4/2003. Si tratta di organismi destinati a dare vita a interventi specifici mirati che siano in grado di sostenere gratuitamente lo sviluppo della cooperazione nell’isola e, nel caso specifico, in provincia di Ragusa, sia favorendo la crescita di realtà esistenti. Questi gli obiettivi perseguiti dal Cat di Confcooperative: fornire alle cooperative utenti tutte le necessarie risposte in termini di servizi, assistenza specifica, progettualità, aggregazione, collaborazione con importanti strutture cooperative nazionali; erogare servizi (di ricerca, analisi, elaborazione dell’idea progettuale) a sostegno della creazione di nuove cooperative che punti a limitare il fenomeno della natalità di imprese non dotate di un valido progetto imprenditoriale; mitigare i rischi della crisi sanitaria ed energetica, rendendo sostenibili le azioni produttive. “Il nostro sportello territoriale – dice il presidente provinciale Confcooperative Ragusa, Gianni Gulino – ha una sua caratterizzazione “proattiva”, avendo per finalità quella di agire a completo supporto delle cooperative utenti offrendo loro una serie di servizi: tra questi, a titolo di esempio, evidenziamo quelli di consulenza aziendale specialistica finalizzata all’ aggregazione, internazionalizzazione e innovazione o di consulenza finanziaria per la capitalizzazione, accesso al credito cooperative. Un altro campo di intervento attiene all’orientamento rispetto alla strategia da introdurre e poi all’assistenza alla progettazione e alla stesura dei piani di impresa per l’ottenimento di finanziamenti ed incentivi”.
“Un ambito interessante – continua in proposito Emanuele Lo Presti, coordinatore territoriale di Confcooperative Ragusa – è quello delle misure del Piano di Ripresa e resilienza (Pnrr). Le cooperative, infatti, al pari delle altre imprese intrattengono rapporti con la pubblica amministrazione sotto molteplici aspetti, come fruitori di autorizzazioni e concessioni, fornitori di beni e servizi ed enti convenzionati per la gestione di funzioni pubbliche. In qualsiasi campo di azione siano impegnate ad operare, le cooperative sono assoggettate all’osservanza di regolamenti e procedure burocratiche sempre più complesse soprattutto se queste dette procedure sono di derivazione di regolamenti comunitari. In più, recentemente, si sono aggiunte le sfide su cui sono chiamate per potere co-progettare con la pubblica amministrazione, non soltanto in tema di welfare, ma anche per progetti strategici di filiera e di comparto, dove parecchi enti locali sono oggi molto attivi. Il Cat, quindi, cerca di soddisfare tutte queste esigenze”. Per info ci si può rivolgere alla sede di Ragusa, via Aldo Licitra 9, telefono 0932.623639.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI