Scadenza tassa automobilistica prorogata al 31/12: Emendamento On. Abbate

Tempo di lettura: 2 minuti

“Plaudo alla decisione presa lo scorso venerdi dalla Giunta Regionale di prorogare il termine entro cui mettersi in regola con il pagamento della tassa automobilistica al 31 dicembre 2022 e allo stesso tempo annuncio, di concerto con il collega On.Pace, che presenterò un emendamento per consentire la rateizzazione ad una fascia di cittadini molto più ampia”. Così l’Onorevole Ignazio Abbate sulla decisione da parte del Governo Regionale di spostare di un ulteriore mese (dal 30 novembre al 31 dicembre) il termine per il pagamento delle tasse automobilistiche scadute dal primo gennaio 2016 al 31 dicembre 2021 senza incorrere in sanzioni. “Questa è, attualmente, l’unica misura in Italia che azzera interessi e sanzioni a carico degli automobilisti che vogliono regolarizzare la propria posizione debitoria. L’averla prolungata di altri 30 giorni è un chiaro segnale di voler consentire a quanti più siciliani possibili di mettersi in regola senza conseguenze”. Contestualmente la Giunta ha approvato la possibilità di rateizzare le somme più importanti (oltre i 50 mila euro) in quattro rate con cadenza trimestrale. “Questa possibilità è rivolta chiaramente alle grandi aziende con un parco mezzi particolarmente rilevante. Con l’Onorevole Carmelo Pace, a tal proposito, proporremo in aula un emendamento che possa abbassare il tetto da 50 mila a 10 mila euro in modo che molte più aziende possano usufruire di questa agevolazione”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI