Evade dagli arresti domiciliari. Comiso, ora va in carcere

Tempo di lettura: 2 minuti

Sabato scorso è stato accertata l’assenza dalla propria abitazione di un soggetto arrestato circa dieci giorni fa dalla squadra investigativa del Commissariato di Comiso per detenzione e spaccio di stupefacenti, nello specifico un cospicuo quantitativo di pasticche definite “droga del combattente” pronte ad essere vendute ai consumatori di oppiacei.

Immediatamente i poliziotti si mettevano alla ricerca del soggetto perlustrando le strade adiacenti all’abitazione del 30enne O. J., questi veniva intercettato alla guida di un ciclomotore e non essendo autorizzato dal giudice ad allontanarsi dal domicilio dove è ristretto agli arresti domiciliari, cercava di sottrarsi al controllo  ma in breve veniva  raggiunto.

Agli Agenti lo straniero adduceva motivi pretestuosi e per tale ragione veniva riaccompagnato al domicilio e segnalato all’autorità giudiziaria per il reato di evasione.

Ricevuta la segnalazione del Commissariato, il Giudice per le Indagini Preliminari, condividendo le richieste della Procura della Repubblica di Ragusa, emanava ordinanza di custodia cautelare in carcere quale aggravamento ritenuto più idoneo ad evitare ulteriori condotte in spregio delle norme restrittive.

Lo straniero pertanto veniva associato alla casa circondariale di Ragusa.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI