Messico: 1000 migranti in marcia verso confine statunitense

Tempo di lettura: 2 minuti

Una carovana di un migliaio di migranti provenienti da vari paesi dell’America Latina ha lasciato all’inizio della settimana la città messicana di Tapachula in direzione confine Stati Uniti.  Il gruppo di persone provenienti da Ecuador, Honduras, Colombia, Venezuela e Repubblica Dominicana, costituiscono la settima carovana del genere registrata nel mese di agosto. Disperati partiti dalla città di Tapachula, nel Chiapas, nel sud-ovest del paese, con l’obiettivo di raggiungere San Pedro Tapanatepec, nello stato di Oaxaca, dove sperano di regolarizzare il loro status migratorio per viaggiare legalmente e continuare il loro viaggio verso il confine statunitense settentrionale. I membri della carovana hanno riferito ai media che finora l’Istituto Nazionale per la Migrazione si è rifiutato di rilasciare loro i permessi temporanei, nonostante siano rimasti diversi giorni in attesa a richiederli. La maggior parte dei migranti sono uomini, ma anche un gran numero di donne e 150 bambini. Cifre che potrebbero aumentare quando incontreranno altri gruppi etnici in cammino lungo il percorso. L’anno scorso, in Messico sono transitati più di 114.000 migranti irregolari, secondo i dati ufficiali. Nonostante ciò, l’USCIS (Customs and Border Protection Office) degli Stati Uniti ha dichiarato che sono transitate dal 2021 complessivamente 1 milione 734.686 di persone al confine con il Messico, registrato come un vero è proprio record storico.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI