Cerca
Close this search box.

L’omicidio di Brunilda a Vittoria. Niente incidente probatorio

Tempo di lettura: 2 minuti

Niente incidente probatorio. Il Gip di Ragusa ha rigettato la richiesta del pubblico ministero tendente all’escussione del figlio di Brunilda Halla, la 37enne di origine albanese uccisa a Vittoria il 25 maggio scorso con sei coltellate da un 28enne reo confesso, accusato  di omicidio aggravato da motivi abietti e attuato con premeditazione con un coltello a serramanico.

L’ assassino aveva detto agli inquirenti di avere agito determinato a uccidere la prima persona che avesse incontrato in strada per vendicarsi dei soprusi che ha dichiarato di avere patito sin dall’adolescenza a Vittoria. Aveva colpito a caso. Il giudice per le indagini preliminari di Ragusa ha rigettato la richiesta di incidente probatorio ritenendola non rilevante e superflua alla luce degli atti di indagine. Il gip ha inoltre sostenuto il suo rigetto, con la tutela della personalità del minore.

485365
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top