Pozzallo. Prospettive di lavoro a bordo di navi per diplomati

Antonino Giannone: “Cogliere queste opportunità per l’occupazione”
Tempo di lettura: 2 minuti

Settore marittimo in costante sviluppo. Una realtà economica che può dare occupazione diffusa viste le sue molteplici applicazioni.
È questa la certezza che viene fuori dalla due giorni organizzata, a Pozzallo, dall’agenzia marittima Sirius Ship Management in collaborazione con la Fit Cisl territoriale.
Allo spazio cultura “Meno Assenza” decine di studenti arrivati da scuole del ragusano e del siracusano. Un open day che ha confermato come, nei prossimi anni, per le nuove navi in costruzione, ci sarà una crescente richiesta di ufficiali e di lavoratori di altri settori tipo ospitalità e manutentori.
«Dobbiamo fare una profonda riflessione su tutto questo – ha detto Antonino Giannone, responsabile del presidio Fit di Ragusa – C’è un calo delle vocazioni ad intraprendere la carriera marittima, ma tocca a tutti noi evidenziare le potenzialità e le conseguenti prospettive occupazionali per i giovani.»
Da qui il coinvolgimento diretto della scuola chiamata ad un ruolo di forte sensibilizzazione degli studenti dell’ultimo anno degli Istituti tecnici, Professionali e Alberghieri.
«In quest’ultimo decennio appena il 10% di loro ha preso la via del mare – ha continuato Giannone – Il lavoro marittimo è qualificato sotto il profilo professionale e interessante sotto quello economico. I progressi tecnologici hanno anche migliorato la qualità della vita a bordo.
Abbiamo detto sì a questa collaborazione con Sirius perché come sindacato crediamo fortemente nel ruolo della formazione e informazione da parte delle aziende. Dobbiamo credere nelle opportunità di crescita di alcuni settori e quello marittimo, per il nostro territorio, è tra queste.
Come Fit Cisl continueremo questo cammino di collaborazione con le scuole – ha concluso Antonino Giannone – Creare lavoro è la priorità e farlo individuando i settori potenzialmente in crescita resta necessario per offrire certezze ai nostri giovani e farli restare nella propria terra.»

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI