Aperto bando per infrastrutture e servizi sociali di comunità

Tempo di lettura: 2 minuti

“L’Agenzia per la Coesione Territoriale ha aperto un bando collegato alla Missione 5 “Inclusione e Coesione” del Piano nazionale ripresa e resilienza (PNRR) per il potenziamento dei servizi e delle infrastrutture sociali di comunità, finanziato per 500 milioni di euro complessivi e rivolto ai comuni delle aree interne del Paese. In favore degli interventi nelle aree del Mezzogiorno è prevista una quota pari ad almeno il 40% dell’importo complessivo”. Lo annuncia in una nota la presidente della Commissione Affari Sociali della Camera, Marialucia Lorefice (M5S), che aggiunge:

“Per la provincia di Ragusa potranno partecipare i comuni di Acate, Giarratana, Ispica, Monterosso Almo, Pozzallo, Scicli e Vittoria, con un limite di tre proposte progettuali, per l’importo economico massimo di: 300.000 euro per i comuni che abbiano fino a 3000 abitanti; 1.000.000 di euro per i comuni che abbiano dai 3.001 ai 10.000 abitanti; 2.000.000 di euro per i comuni che abbiano da 10.001 a 30.000 abitanti; 3.000.000 di euro per i comuni che abbiano fino a 30.001 abitanti.
Ho già provveduto ad inviare una comunicazione ai comuni menzionati, invitandoli a sfruttare la presente opportunità.

I progetti potranno prevedere: lavori pubblici, forniture di beni e servizi o entrambi” spiega Lorefice, precisando: “saranno ammesse prioritariamente alla selezione le proposte progettuali che puntino a servizi di assistenza domiciliare per gli anziani e relative infrastrutture; agli infermieri e alle ostetriche di comunità e relative infrastrutture; al rafforzamento dei centri per disabili; ai centri di consulenza, servizi culturali, servizi sportivi; all’accoglienza dei migranti e relative infrastrutture.

Oltre ai comuni possono presentare le proposte progettuali, sempre nel limite massimo di tre, anche gli enti pubblici del settore sanitario o altri soggetti pubblici le cui attività ricadano nel territorio dei comuni delle aree interne il cui importo complessivo (dato dalla somma degli importi dei progetti presentati) non dovrà superare 5.000.000 di euro.

Davvero un’altra straordinaria occasione per promuovere soluzioni a problemi di disagio e fragilità sociale mediante la creazione di nuovi servizi e di infrastrutture sociali e il miglioramento di quelli esistenti.
Si potrà presentare domanda entro il prossimo 16 maggio.” Conclude la presidente

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI