Vittoria calcio. Si gioca ancora a porte chiuse.

Il team manager Frasca: “Non dipende da noi. Cosa aspettano per aprire lo stadio?”
Tempo di lettura: 2 minuti

In merito alla conferenza di ieri pomeriggio presso la sala stampa dello stadio Gianni Cosimo, il Vittoria calcio intende tranquillizzare gli ultras, i tifosi e tutti coloro che seguono la squadra, nel dire che il Club Calcio Vittoria 2020 continuerà ad investire col mercato di dicembre. Inoltre ci saranno prossimamente nuovi ingressi societari, nel ruolo di nuovi dirigenti, in quanto la società è stata, è e continuerà ad essere forte e solida.
Presenti alla conferenza stampa di ieri pomeriggio il Presidente Michele Bertoni, il Direttore Generale Salvo Barravecchia, il quale ha preferito rimanere in silenzio, il Vicepresidente Anthony Tidona e il Team Manager Stefano Frasca. E’ quest’ultimo ad aprire la conferenza, chiarendo le ragioni incomprensibili e le situazioni che si trova ad affrontare la società: “Noi vorremmo parlare solo ed esclusivamente di calcio giocato. Invece siamo costretti ancora una volta a parlare di ciò che stiamo vivendo. La nostra società sta vivendo solo del sostegno dei nostri amici Sponsor, grazie anche alla collaborazione di Polizzi e Fernandez. La mancanza di incassi è una mancanza considerevole, se pensiamo a quante partite siamo stati costretti a giocare a porte chiuse. Abbiamo fatti lunghi pellegrinaggi nel territorio ragusano, per cercare un campo di gioco, abbiamo mandato email al Commissario di Polizia, al Prefetto, al Comune di Comiso. Non c’è stato verso di trovare un campo di gioco. Allora mi chiedo se diamo fastidio a qualcuno, se per caso ci siamo comportati male con qualcuno. Ad oggi ci troviamo con uno stadio in cui è impossibile giocare a porte aperte. Noi, dall’inizio di questa avventura, ci siamo sempre presi tutte le nostre responsabilità, lavorando sodo, impegnandoci tutti i giorni e togliendo tempo alle nostre famiglie, per recuperare e inviare tutta la documentazione necessaria per l’agibilità dello stadio. Lo stadio Gianni Cosimo ci è stato consegnato in data 10/11/2021, con una DISPONIBILITA’ TEMPORANEA, ovvero fino ala fine campionato. Tutto ciò evidenzia che il nostro impegno parte solo dalla voglia di far tornare il calcio nella nostra città. Ci sentiamo abbandonati a noi stessi, perché nessuno ci sta dando una mano. E per “mano” non intendiamo un aiuto economico, in quanto non abbiamo mai chiesto soldi a nessuno. Per “mano” intendiamo un incontro, un modo per poter avere tutto in regola, per poter giocare in serenità, a porte aperte. Da più di due settimane chiediamo un incontro con la Commissione. Sappiamo i tempi burocratici, che a volte sono lunghi, ma ci è stato fornito un verbale, sempre dalla Commissione, che parla di mancanza di agibilità dalle ore 10 del giorno 28/03/2017, con annessi tutti i punti per avere l’agibilità. La nostra risposta è stata immediata, chiamando tecnici, ingegneri, per poter fare il possibile per l’agibilità, come l’impianto antincendio, il collaudo della struttura e il pagamento di tutte le fatture. Con il costo di tutti questi documenti avremmo avuto la possibilità di fare la Serie D. La nostra amarezza e delusione sono fondate e giustificate. La squadra deve essere sostenuta, avendo i mezzi necessari, perché è la prima squadra della città, ma occorre avere i mezzi adeguati e le condizioni giuste. La Commissione inoltre ci ha risposto alla nostra richiesta di un incontro, dicendo di presentarci venerdì della prossima settimana. Venerdì della prossima settimana è tardi, vogliamo una risposta subito, cosa dobbiamo aspettare ancora?”

Anche il Presidente Michele Bertoni dichiara tutto il suo rammarico: “Domani onoreremo la maglia e il nostro impegno. Ma se gli enti preposti non danno le risposte che attendevamo da settimane, porteremo le chiavi al sindaco. Siamo stanchi di questa situazione, dopo che noi abbiamo dato l’anima per fare tutto in regola”.

Amareggiato anche il Vicepresidente Anthony Tidona: “Siamo stati ancora una volta delusi, per l’ennesima volta giocheremo a porte chiuse, e siamo costretti a dire ai nostri tifosi che non possono stare accanto alla propria squadra. Occorre ragionare e capire che dietro ad una società ci sono tantissime persone che lavorano e si impegnano, e tutti questi sacrifici non vengono neanche considerati. I documenti parlano chiaro”.

La società del Club Calcio Vittoria ringrazia in primis la Juniores e gli Ultras, non solo per la vicinanza ma anche per l’aiuto dimostrato nel mettere in ordine lo stadio, specialmente dopo il maltempo della scorsa settimana.
Grazie a loro oggi lo stadio è presentabile.

(Nella foto, da sinistra: Vicepresidente Anthony Tidona, Team Manager Stefano Frasca, Presidente Michele Bertoni, Direttore Generale Salvo Barravecchia)

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI