Il Ragusa Calcio si riorganizza in vista della ripartenza

Interrotta la collaborazione con il DS Bonarrigo e svincolato il centrocampista Gatto
Tempo di lettura: 2 minuti

Il Ragusa Calcio 1949 getta le basi della riorganizzazione, in questa strana stagione caratterizzata dalla pandemia, per ripartire con il piede giusto sia per quanto concerne gli assetti societari che per quanto riguarda l’organico. Dopo che gli organismi federali hanno manifestato l’intenzione di riavviare il campionato di Eccellenza, nonostante le perplessità dettate dalla recrudescenza della pandemia attualmente in corso, il sodalizio azzurro si sta muovendo per pianificare il futuro prossimo. E’ stato deciso, intanto, di comune accordo, di interrompere il rapporto di collaborazione con il direttore sportivo Carmelo Bonarrigo. Inoltre, la società ha svincolato il centrocampista Natale Gatto. “Entrambi – afferma il presidente Giacomo Puma in uno al direttore generale, Alessio Puma – grandi professionisti nel loro ambito di riferimento. Auguriamo a ciascuno di loro le migliori fortune. E non è detto che in futuro le nostre strade non possano di nuovo incrociarsi”. Intanto, la società azzurra è già al lavoro per concretizzare una serie di movimenti in entrata e in uscita. “Gli obiettivi – aggiungono il presidente e il diggì – sono quelli di mantenere la rosa di quest’anno il più possibile competitiva per puntare ad arrivare più in alto che si può, ponendo le basi per un progetto ambizioso che a tutti gli effetti prenderà vita a partire dalla prossima stagione calcistica”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI