Lega, Chiaramonte Gulfi. Accertamenti Imu 2015, chiesta rettifica

Tempo di lettura: 2 minuti

“Stanno arrivando in questi giorni alcune raccomandate ai cittadini chiaramontani che fanno riferimento ad avvisi di accertamento in rettifica riferiti al pagamento Imu 2015. Chiediamo all’amministrazione comunale di valutare la possibilità di adottare una moratoria considerata la difficile situazione che la comunità sta attraversando a causa dell’emergenza Covid-19. I pagamenti dovrebbero essere effettuati proprio in questi giorni”. E’ il senso della richiesta che arriva dai consiglieri comunali della Lega Chiaramonte, Giovanni Presti e Giancarlo Gurrieri, e indirizzata al sindaco e alla Giunta municipale. “Ferma restando la necessità di corrispondere i tributi locali – proseguono i consiglieri leghisti – e preso atto, comunque, che il Governo intende cancellare la seconda rata Imu; valutato, inoltre, che il Comune di Chiaramonte sta adottando tutta una serie di iniziative per venire incontro ai cittadini in difficoltà, chiediamo di inserire nel novero di questi provvedimenti anche lo slittamento delle date per le imposte che, come in questo caso, sono dovute per accertamenti in rettifica con riferimento a cartelle del passato. Tutto ciò per non gravare sui bilanci familiari in una fase così delicata. Predisporremo anche una mozione consiliare sulla questione che sottoporremo all’attenzione del civico consesso per impegnare l’amministrazione comunale a valutare se ci sono i termini per agire lungo questa direzione”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI