Calcio giovanile. Crollo delle due formazioni del Modica Airone

Tempo di lettura: 4 minuti

Ci sono giornate storte, in cui tutto sembra andare come non ti aspettavi o semplicemente come non speravi. Questo è ciò che è accaduto alle due formazioni del Modica Airone scese in campo sabato pomeriggio. Due sconfitte analoghe, tranne per il punteggio, sia per Giovanissimi che per Allievi, con proteste da una parte e dall’altra. Per i Giovanissimi Regionali arriva una sonora sconfitta in casa della Libertas Rari Nantes. Sonora per il risultato, il finale è di 3-0, non tanto per il gioco espresso in campo, con la formazione di Franco Rappocciolo che dimostra di saper essere superiore tecnicamente ma non mentalmente, ancora troppo insicura e inesperta per chiudere gare che sembrano avere tutto per essere portate a casa. Nel primo tempo la squadra di Modica sembra avere il totale controllo della partita e sfiora il gol in più occasioni, ma non riesce a passare in vantaggio con il rammarico della panchina. Come spesso succede nel calcio, se non passi in vantaggio gli episodi ti puniscono e allora ecco il rigore che cambia la gara e che porta in vantaggio i padroni di casa sul finale di primo tempo. Nella ripresa, la formazione di casa scende in campo più sicura e convinta dei propri mezzi e sfruttando le disattenzioni difensive avversarie cala il 2-0. Sul finale un’altro rigore chiude i conti con il 3-0 finale. Tante proteste dalla dirigenza modicana che non ha apprezzato la decisione sui due rigori ma che si aspetta di più dai propri ragazzi, puntando sul lavoro e sulla passione.Per gli Allievi un risultato meno duro ma che lascia ancor di più l’amaro in bocca, con un finale incandescente che porta alle espulsioni di un ragazzo per parte a fine gara. Il risultato finale registra 0-1, con un rigore cercato e trovato dall’attaccante della Virtus Avola, incolpevole Galota, che si trova l’attaccante franargli addosso alla ricerca di un contatto che per l’arbitro è rigore. Dal dischetto va Appiah e insacca il gol del vantaggio che risulterà decisivo per le sorti dell’incontro. Per l’Airone il primo tempo si chiude con una grande occasione di Candiano che colpisce la traversa e di Cappello con un colpo di testa di poco a lato. Nella ripresa gli ospiti puntano tutto sul nervosismo e sulla voglia di perdere quanto più tempo possibile, un atteggiamento non proprio sportivo ma che in questi casi è spesso adattato da chi ha una posizione di vantaggio e tenta di mantenerla fino alla fine pur soffrendo. Sono pochi i guizzi che fanno sussultare le due panchine, alcuni importanti come un tiro di Burletti da fuori e un colpo di testa di Abbate in area con il portiere che si trova sulla traiettoria, sul finale c’è anche una richiesta di rigore non concesso da parte dell’arbitro per entrambe le formazioni. Peccato per il finale che ha visto tanto nervosismo e una cattiva gestione da parte del direttore di gara, per spettacoli che speriamo di non vedere in futuro sui campi di gioco.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI