Aumentano le terapie intensive in Sicilia

Tempo di lettura: 2 minuti

La Regione si prepara per un’eventuale seconda ondata di coronavirus in Sicilia. L’assessore alla Salute, Ruggero Razza, ha varato così un piano d’emergenza per attrezzare gli ospedali dell’Isola nella gestione della crisi.
La mappa, come illustrato da Fabio Geraci sul Giornale di Sicilia di oggi, prevede 158 posti di terapia intensiva; 83 di sub intensiva – in cui viene praticata la ventilazione assistita tramite i caschi o le macchine senza tecniche invasive – e altri 604 letti per il ricovero nei reparti di Malattie Infettive che saranno scaglionati in cinque bacini (Caltanissetta-Agrigento; Enna-Catania; Messina; Palermo-Trapani e Ragusa-Siracusa) per garantire un’assistenza uniforme su tutto il territorio.
In alcune zone il numero è praticamente raddoppiato come ad Enna che da dodici postazioni dell’era pre-virus si è passati a 28 mentre a Palermo questa cifra è cresciuta ancora di più grazie all’incremento generato dai quaranta posti letto messi a disposizione dall’Ismett.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI