Prosegue lo stato di agitazione dipendenti Consorzio di Bonifica

Tempo di lettura: 2 minuti

Continua lo stato di agitazione dei lavoratori del Consorzio di Bonifica 8 di Ragusa. La decisione è stata adottata nel corso di un’assemblea convocata dal segretario generale della FAI Cisl Ragusa Siracusa, Sergio Cutrale, nella sede distaccata dello stesso Consorzio a Spinasanta, Scicli.
Massiccia la presenza dei lavoratori che lamentano una serie di mancanze da parte dei vertici consortili. A Spinasanta federazione e confederazione hanno voluto far sentire la presenza dell’intera organizzazione. Accanto a Cutrale sono intervenuti il segretario generale della FAI Sicilia, Pierluigi Manca, e la segretaria generale della UST Ragusa Siracusa, Vera Carasi.
“Un segnale forte che ribadisce ancora di più le ragioni di questi lavoratori – ha commentato Cutrale – La FAI e la Cisl restano accanto a questi lavoratori che troppe risposte attendono da tempo.”
Nel corso dei loro interventi, i Dirigenti della Fai e della Cisl, hanno comunicato all’Assemblea che la vertenza è seguita e supportata anche dalla Segreteria Nazionale della FAI CISL e dalla Segreteria Confederale della Cisl Sicilia i cui rispettivi Segretari Generali, Onofrio Rota e Sebastiano Cappuccio hanno fatto pervenire il loro saluto ai lavoratori in assemblea.
Sul tavolo restano i nodi irrisolti. Il mancato pagamento delle retribuzioni 2018 (5 mensilità) al personale, impiegati ed operai a T. I. ex L.R. 49/81; il mancato pagamento di svariate mensilità al personale assunto a seguito delle sentenze emesse dalla Magistratura del Lavoro; la mancata liquidazione del TFR e degli istituti connessi al rapporto di lavoro intercorso con il personale licenziato a seguito delle sentenze emesse della Magistratura; il mancato pagamento dei rimborsi chilometrici e dei buoni pasto; il costante trattamento diversificato nei confronti del personale dei vari Consorzi Mandatari accorpati nel Consorzio di Bonifica della Sicilia Orientale; il mancato avvio delle procedure di riqualificazione, fermo da diversi anni; il mancato riconoscimento degli accordi sottoscritti nel 2018 con diversi lavoratori; la modifica unilaterale dell’organizzazione del lavoro con svariati Ordini di servizio mai rappresentati e/o discussi con tutte le OO. SS.
“Abbiamo richiesto un incontro urgente al Commissario straordinario del Consorzio – ha concluso il segretario della FAI Cisl Ragusa Siracusa – I lavoratori, nonostante lo stato di agitazione, stanno responsabilmente assicurando presenza e servizio. Confidiamo in altrettanta attenzione da parte dei vertici del Consorzio ed evitare, così, proteste più gravi con possibili ripercussioni sui servizi erogati.”

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI