L’insabbiamento del porto piccolo di Pozzallo

Lo chiamano porto piccolo. Progettato e realizzato per barche da pesca e da diporto. Infrastruttura utile e preziosa nata, però, con un peccato originale: l’insabbiamento.

Da anni tutti si affannano a precisare che il problema potrà essere risolto definitivamente con la costruzione del molo di sottoflutto. Opera da realizzare nell’ambito del progetto di messa in sicurezza e potenziamento del porto grande. Di cui, manco a dirlo, si parla da oltre dieci anni. Giorno arriverà? Probabilmente si. Questione di tempo. Cinque, sei, sette anni?  E chi può dirlo? Da noi il tempo è sempre senza tempo.

Ma torniamo al problema insabbiamento. Su questo fronte è lotta continua. Volessimo azzardare i costi sostenuti con pubblico denaro nel corso di lunghi anni per liberare dalla sabbia il porto turistico di Pozzallo, arriveremmo a cifre notevoli.

Ma tant’è. Il problema si ripropone, ovviamente, anche quest’anno. Probabilmente sarà ancora una volta l’ex Provincia Regionale di Ragusa, oggi Libero Consorzio dei Comuni, a farsene carico, come succede da qualche anno a questa parte. L’Ente, oltretutto, dispone di una draga che potrà essere utilizzata in tempi brevi per un pronto intervento di dragaggio. Pescatori e diportisti incrociano le dita.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI