Vittoria. Confesercenti incontra in videoconferenza il Commissario D’Erba

“Dobbiamo arrivare pronti alla fase 2. I nostri operatori commerciali devono prepararsi per tempo e organizzare la loro attività secondo le nuove disposizioni imposte dal Governo. Riaprendo i battenti i costi saranno altissimi, sia per le spese necessarie alla messa in sicurezza sia per i dispositivi di protezione individuale alle sanificazioni. Bisogna parlare subito di rilancio che non è più rinviabile alla luce delle perdite enormi che si stanno registrando”. A dirlo, ieri mattina, in videoconferenza al Commissario straordinario del Comune di Vittoria, Gaetano D’Erba, è Luigi Marchi, presidente di Confesercenti Ragusa, presente anche il direttore, Massimo Giudice e il rappresentante degli ambulanti per la provincia di Ragusa, Massimo Ottaviano.
“Tra le richieste avanzate al Commissario D’Erba – dice Luigi Marchi – la possibilità per bar e ristoranti di allargare i locali all’esterno, utilizzando il suolo pubblico, in modo da poter garantire il distanziamento sociale tra una postazione e l’altra, come sta già accadendo in altri comuni iblei e la riapertura, seppur con tutte le precauzioni previste dal Dpcm Conte, del mercatino rionale del sabato, contingentando gli ingressi e le uscite. Il settore alimentare, infatti, già secondo il precedente decreto presidenziale poteva ripartire, ecco perché abbiamo chiesto di non allungare ulteriormente i tempi di apertura. Il Prefetto D’Erba ci ha assicurato che queste tematiche sono al vaglio della commissione prefettizia e che i dettagli su come organizzarsi e quali misure dovranno essere attuate, saranno comunicati il prima possibile”.
Sul tappeto anche la questione idrica che tanto affligge la città di Vittoria. “Il problema della mancanza di acqua – dice Marchi- resta irrisolto. Le scorse settimane sono state difficili per molti cittadini costretti, per l’ennesima volta, a ricorrere alle autobotti, anzi, ad una sola autobotte perché l’altra era fuori servizio e questo creava ulteriori disagi agli utenti. Anche in questo caso il Commissario ci ha rassicurati su una soluzione del problema, in tempi brevi”.
“Abbiamo parlato anche di come il Mercato Ortofrutticolo di Vittoria abbia gestito finora l’emergenza, – dice Massimo Giudice direttore di Confesercenti Ragusa- sia in termini di solidarietà verso il prossimo, con la consegna di cassette di ortofrutta alle famiglie più bisognose, sia rispetto alle precauzioni adottate dagli operatori per contenere il diffondersi del virus; basti pensare ai termometri per la misurazione della temperatura, iniziativa da noi fortemente sostenuta, ma anche alla donazione da parte dell’Associazione Concessionari di due saturimetri e due elettrocardiografi all’ospedale ‘Guzzardi’ di Vittoria”.
Un lavoro ineccepibile che – continua Giudice con una punta di amarezza – avrebbe meritato sostegno e maggiore collaborazione da parte del Comune. L’incontro si è concluso con la promessa del Commissario D’Erba di una collaborazione massima in vista della ripartenza di molte attività commerciali che attendono con ansia di ricominciare a lavorare perché ormai in ginocchio”.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI