La strage di San Basilio a Vittoria. Ergastolo confermato per Salvatore Siciliano

Sentenza definitiva a carico del boss di  Mazzarino Salvatore Siciliano, per la strage di San Basilio. La Cassazione ha confermato, infatti, la condanna all’ergastolo per l’uomo ponendo fine  ad una vicenda  avvenuta a Vittoria il 2 gennaio 1999 nell’area del distributore di carburanti “Esso”. Siciliano era l’ultimo imputato in concorso nell’omicidio plurimo che aveva registrato la morte di cinque persone che si trovavano all’interno dell’attiguo, sulla strada per Comiso. Sia il procuratore che gli avvocati di parte civile presenti in aula hanno chiesto la conferma della condanna all’ergastolo per Siciliano, già passata   nei primi due gradi di giudizio. Gli Ermellini  hanno confermato l’ergastolo per concorso morale nel plurimo omicidio, comprese tutte le aggravanti del caso.

Quella sera, a finire sotto i colpi del gruppo di fuoco, furono il futuro reggente degli stiddari vittoriesi Angelo Mirabella, i suoi guardaspalle Rosario Nobile e Claudio Motta e due clienti del locale, Rosario Salerno e Salvatore Ottone.

Una vera e propria carneficina pensata con l’obiettivo di fare fuori, in maniera definitiva, l’emergente  Mirabella, molto vicino all’altro boss di Vittoria, Carmelo Dominante. Stando alle dichiarazioni rese da Carmelo Billizzi, il riesino Orazio Buonprincipio avrebbe preso parte solo al primo tentativo non andato in porto. Giuseppe Selvaggio e Claudio Cinardo, invece, avrebbero partecipato alla strage su indicazione del boss mazzarinese Salvatore Siciliano. Sarebbe stato proprio il mammasantissima di Mazzarino ad indicare i due e a consigliarli allo stesso Billizzi, recatosi nella cittadina dell’entroterra nisseno per un consulto.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI