Esami per cinque licenze taxi e taxi con veicoli attrezzati per trasporto di disabili, la Cna di Modica è stata coinvolta nella commissione di valutazione

0
652

La Cna comunale di Modica è stata coinvolta come parte attiva nella commissione per l’esame dei candidati al concorso, promosso dal Comune, per l’assegnazione di cinque licenze per il servizio taxi e due per il servizio taxi con veicoli attrezzati per il trasporto di disabili. Il funzionario Tonino Garofalo è stato designato dalla Cna territoriale di Ragusa come componente della commissione. Nel corso degli ultimi mesi, si sono svolte le varie sedute e le varie sessioni d’esame, con successiva richiesta di integrazione dei titoli, fino alla pubblicazione, sul sito del Comune di Modica, della graduatoria finale. I lavori della commissione sono stati coordinati dal dirigente dell’ente di palazzo San Domenico, Vincenzo Terranova.
“Questo lavoro – sottolineano il responsabile organizzativo della Cna comunale di Modica, Carmelo Caccamo, e il responsabile Turismo e commercio della Cna territoriale di Ragusa, Alessandro Di Martino – si inserisce all’interno di un ragionamento più ampio che la sede locale della Cna sta portando avanti nel corso di questi mesi per articolare servizi di qualità a sostegno dei maggiori flussi turistici registrati in città. Di recente il nostro intervento indirizzato verso una regolamentazione della tassa di soggiorno e un suo utilizzo mirato ci ha permesso di diventare punto di riferimento per le strutture extra alberghiere, registrando le esigenze dell’indotto turistico. La mobilità e i collegamenti interni ed esterni alla città, verso le zone rurali, verso il parco di Cava d’Ispica e verso le zone balneari di Marina di Modica, costituiscono argomenti strategici da affrontare e risolvere urgentemente. Con l’assessore Monisteri abbiamo avviato una buona interlocuzione, ad esempio chiedendo l’istituzione della consulta per il Turismo e attribuendo ad essa funzioni importanti di coordinamento delle iniziative e dei servizi che necessariamente occorrono alla città nonché funzioni di gestione del gettito derivante dalla tassa di soggiorno utile anche a tali scopi. L’aumento del numero delle licenze da parte del Comune è un fatto positivo, il coordinamento dei taxi con un unico numero, la predisposizione degli stalli e il collegamento sinergico con le strutture turistiche ricettive e della ristorazione costituiscono un segnale evidente dell’idea di turismo che la Cna di Modica vuole proporre e condividere con l’amministrazione comunale e con tutti gli operatori del settore. L’auto condivisa o car sharing, giusto per fare un altro esempio, è un servizio di mobilità urbana ecosostenibile che la Cna di Modica vuole discutere con l’Amministrazione comunale, proposta fortemente richiesta dagli operatori nel corso delle riunioni in quanto permette agli utenti di utilizzare un veicolo su prenotazione noleggiandolo per un periodo di tempo breve e pagando in ragione dell’utilizzo effettuato”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

quattro × uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.