Pronti Soccorso Ragusa, Vittoria e Modica. Installati monitor per il percorso clinico dell’utente di emergenza e urgenza

Con l’installazione dei monitor, nei tre Pronto Soccorso dell’Azienda Sanitaria di Ragusa, si completa il percorso di trasparenza sui tempi di attesa voluto dalla Direzione Generale e realizzato con l’impegno dell’UOS Informatica, responsabile, Massimo Iacono.
Ieri le informazioni sui tempi di attesa consultabili sul sito dell’Asp, da oggi si è aggiunto un altro sistema tecnologico: specifici monitor, installati nelle sale di attesa, che rendono comprensibile agli utenti, e ai loro accompagnatori, il percorso clinico di emergenza e urgenza che si svolge all’interno del pronto soccorso.
All’arrivo in pronto soccorso, l’infermiere del triage accoglie il paziente e rilascia allo stesso un numero di accesso e un codice giallo, verde o bianco, che stabilisce la gravità e quindi le condizioni cliniche e la priorità di accesso alla visita.
Il paziente entra subito in pronto soccorso e può seguire sul monitor la situazione generale del pronto soccorso: codici e numero dei pazienti in attesa e in trattamento. In pratica, sui monitor appare, in tempo reale, tutta l’attività del pronto soccorso. Il paziente è quindi sempre informato. Riesce così a seguire, a parità di codice, il proprio stato in coda e i tempi medi di attesa.
I codici assegnati/numero di persone in attesa di visita e altre informazioni, reperibili anche sul sito internet dell’Asp, in funzione già da ieri, sono strumenti utili per conoscere il pronto soccorso meno affollato e con minori attese.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI