“Treppiedi e non Bronx”. Lettera delle mamme dell’associazione “3 piedi sopra il cielo”. Riceviamo e pubblichiamo

1
3995

Le mamme dell’associazione “3 piedi sopra il cielo” esprimono grande soddisfazione per la brillante operazione denominata “Bronx “, eseguita dai carabinieri che ha sgominato un’organizzazione dedita allo spaccio.
“Oltre alla soddisfazione e alla gratitudine che ci sentiamo di esprimere per le forze dell’ordine che giornalmente si adoperano per la sicurezza dei cittadini e per il rispetto della legalità, vogliamo esprimere il nostro rammarico e disappunto per quella parte di stampa e di giornalisti che dalla denominazione dell’operazione hanno voluto far passare un messaggio non veritiero e che rammarica tutti noi residenti in Corso Pertini, non il Bronx, dove sono allocati gli alloggi di Edilizia economica e popolare, si forse questa è la “nostra colpa” di abitare in alloggi di edilizia economica e popolare dove ogni mattina ogni mamma ed ogni papà si alzano allo stesso modo di tutti i nostri concittadini, con la stessa voglia di andare a lavorare e di educare i propri figli.
Contestiamo totalmente l’etichetta che qualche organo di stampa e qualche giornalista ci ha voluto addossare,” quartiere centro dello spaccio di droghe”, come abbiamo visto lo spaccio avveniva anche in altre zone della città.
Non ci stiamo! Per dovere di cronaca solo tre dei 10 arrestati sono residenti nel nostro quartiere ma soprattutto tutti noi siamo contro ogni forma di delinquenza e ci opponiamo giornalmente, con l’educazione e il rispetto delle regole a tutto ciò.
Più volte abbiamo chiesto una sistemazione ed un potenziamento dell’illuminazione pubblica che insiste nei parcheggi delle palazzine, da diversi anni abbiamo chiesto l’istituzione del controllo del vicinato, proprio per coinvolgere ulteriormente tutti i residenti, compresi i nostri giovani, che ovviamente tranne le eccezioni, come avviene in qualsiasi altro quartiere, sono dei ragazzi rispettosi delle leggi, studenti, lavoratori o disoccupati che hanno il dovere di rispettare le leggi ma anche il sacrosanto diritto di essere cittadini modicani alla pari di tutti gli altri a prescindere da dove si abita.

Le mamme dell’associazione tre piedi sopra il cielo

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

13 + 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.