L’Mtb Euromotor Team Ragusa domani a Noto con i Giovanissimi mentre gli Amatori scenderanno in pista domenica a Santa Ninfa

0
281

Continua a caccia di conferme la stagione dell’Mtb Euromotor Team Ragusa che domani, sabato 25 maggio, vedrà il gruppo dei Giovanissimi di scena a Noto per la prima edizione del trofeo Commercial Point Memorial Giuseppe Guarino. I piccoli bikers iblei dovranno affrontare un percorso in circuito con fondo sterrato battuto e mattonellato della lunghezza di novecento metri, caratterizzato da una lieve discesa e da una salita a zig zag con qualche scalino naturale. Una prova molto interessante aperta a tutte le categorie dei più piccoli in cui i corridori iblei cercheranno di sperimentare la forza delle proprie pedalate. “Stiamo parlando di atleti ancora giovanissimi – spiega Giuseppe Nascondiglio che, assieme a Sergio Iacono e ad Alessio Pagano, cura la preparazione tecnica dell’intera squadra – ed è ovvio come ci sia la necessità di muoversi lungo una precisa direzione che è quella di fare compiere a ciascuno di loro un passo dopo l’altro. Siamo convinti, però, che rispetto al passato questa squadra è parecchio cresciuta e che da ciascuno di loro potranno arrivare soddisfazioni di un certo tipo. E’ importante che si possano ottenere risultati degni di nota così come abbiamo dimostrato di sapere fare nelle ultime competizioni a cui abbiamo partecipato”. Il gruppo degli amatori dell’Mtb Euromotor Team Ragusa scenderà in pista, invece, domenica 26 maggio. E sarà di scena in provincia di Trapani per partecipare alla Granfondo di Santa Ninfa. Ci sarà un primo tratto di due chilometri in asfalto, poi una salita selettiva, quindi una discesa abbastanza complicata. A seguire una serie di single track e ulteriori saliscendi che renderanno il tracciato alquanto difficile. Il totale è di quarantasette chilometri. “Alcuni dei nostri ragazzi – sottolinea Nascondiglio – stanno attraversando un importante stato di forma e sono certo che, pure in questa occasione, troveranno gli spunti per portare a casa qualche risultato degno di nota. Il tracciato di Santa Ninfa è abbastanza complicato e quindi ci vorrà tutta la determinazione di cui sono capaci per riuscire a spuntarla. Sono certo che, però, concretizzeremo qualche risultato degno di attenzione”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

cinque × cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.