Cerca
Close this search box.

Laurea triennale in Ingegneria civile: i motivi principali per scegliere questo corso

La laurea triennale in ingegneria civile è un’ottima scelta per chi vuole entrare in un settore che offre diversi sbocchi lavorativi e molte opportunità di carriera. Ha inoltre numerosi campi di applicazione, che vanno dalla specializzazione in strutture a quello ambientale.

Essere ingegneri fa la differenza

Il titolo di ingegnere in Italia paese è ancora garanzia di inserimento lavorativo e la vocazione di ingegneria civile all’ambito strutturale e ambientale la rende in questo momento tra le più richieste. L’ingegnere civile infatti si occupa non solo di progettare le nuove costruzioni pubbliche e private che abbelliranno le nostre città, ma prende parte anche a progetti di ristrutturazione e riqualificazione di strutture ed infrastrutture già esistenti.

Conseguire la laurea triennale in ingegneria civile è quindi il primo passo per darsi altissime possibilità di lavorare sin da subito e per aspirare anche a rilevanti carriere. I dati statistici ci dicono che la percentuale di neolaureati occupati è del 70% e che nella fascia tra i 35 – 55 anni si raggiunge il 95% di occupazione. Sono numeri che in altri settori non si riscontrano. Analizzando inoltre i dati in maniera più mirata, si scopre che gli ingegneri civili sono al primo posto come numero di occupati, a testimonianza di un bisogno diffuso di questa figura.

Ruolo Strategico

Occupandosi di strutture e infrastrutture civili come strade, ponti, gallerie, porti etc.. , l’ingegnere civile ha un ruolo strategico per il futuro. Sarà infatti una figura fondamentale nel ripensamento delle città di domani e nell’attuazione dei protocolli relativi al rispetto e alla tutela dell’ambiente. Un argomento quest’ultimo al centro di ogni piano strutturale italiano ed europeo, data l’emergenza sui cambiamenti del clima e sui gravi rischi che corriamo per la nostra salute e per l’approvvigionamento di materie prime.

Diventare quindi ingegnere civile è una scelta perfetta per chi ama prendersi cura degli spazi comuni e per chi è appassionato di ecologia e vuole rendere questo interesse uno strumento utile alla comunità nel ridisegnare nuovi spazi, rivedere quelli già occupati e ideare le strutture utili al vivere quotidiano.

Competenze

Le competenze in materia strutturale e ambientale sono uno dei motivi per scegliere la laurea triennale in ingegneria civile. Con il corso di laurea triennale – che può essere frequentato in un ateneo tradizionale o presso un’università telematica come Unicusano – si approfondiscono conoscenze in scienza e tecnica delle costruzioni, topografia, geotecnica, ingegneria dei trasporti e idraulica. Sono tutti elementi spendibili in diversi settori, anche non meramente ingegneristici, ma ad esempio nel campo della consulenza e della formazione specializzata.
Conoscere il territorio e le dinamiche che determinano la fattibilità o meno di una costruzione è un elemento che rende l’ingegnere civile pronto ad affrontare problemi tecnici e strutturali ad ampio raggio.

Sebbene sia il settore delle imprese a dare maggior spazio occupazionale agli ingegneri con il 74% dei professionisti assunti come dipendenti, qualcosa si muove anche nell’ambito della libera professione, anche grazie ad alcune agevolazioni fiscali previste nei vari decreti promossi dallo Stato. Una professione in continua evoluzione e che amplia costantemente le sue possibilità di azione. Tutto ciò la rende ancora più appetibile alle future matricole.

© Riproduzione riservata
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top