La Sac acquisisce le quote di Intersac per la gestione dell’aeroporto di Comiso

La Sac, società che gestisce l’internazionale “Vincenzo Bellini” di Catania, ha acquisito il 100% di Intersac, società che detiene oltre il 65% di Soaco, proprietaria del “Pio La Torre” di Comiso.
Lo ha annunciato il presidente della Camera di commercio del Sud Est Sicilia, Pietro Agen, a margine del convegno “Il trasporto aereo nell’Europa delle Regioni: la rete aeroportuale della Sicilia”, organizzato dal centro studi Demetra in collaborazione con la Sac.
«Ho una buona notizia- ha detto il presidente della Camera di commercio Sud-Est Sicilia – la Sac ha acquisito l’intero pacchetto azionario di Intersac. Un passo avanti per la rete aeroportuale. Un’operazione trasparente, un passo per crescere». «Viviamo un momento di cambiamento epocale – ha aggiunto Agen – non ci facciamo colonizzare, ma stiamo soltanto facendo squadra: o cogliamo queste opportunità o siamo condannati alla marginalità. Il collegamento tra gli scali è vitale perché la situazione è pessima».

«Questa è un’occasione – ha sostenuto Agen – e io ho avuto la fortuna di trovare una governance dell’aeroporto e soci coesi». Nel sistema dei trasporti aerei, ha osservato Agen, “tutti vanno verso l’opzione di cessione del pacchetto di maggioranza”. E la Sicilia, ha sottolineato, «non cresce senza investimenti». Mentre, ha concluso il presidente della Camera di commercio Sud-Est Sicilia «il sistema aeroportuale del Sud-Est può diventare la Fiat dell’Isola» creando «posti di lavoro con i cantieri che saranno aperti».

  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI