Il Ragusa calcio e la gara decisiva di domenica contro la Don Bosco. L’appello di Palma: “Ci aspetta una bella festa di sport”

0
383

La gara di domenica assume un valore molto significativo per il Ragusa Calcio. Potrebbe, infatti, trattarsi della gara che vale una stagione. Anche se poi ci saranno le partite di Coppa. Ma, intanto, già domenica potrebbe chiudersi una prima parte del percorso. “Naturalmente per scaramanzia, non ne parliamo – sottolinea il responsabile dell’area tecnica, Santo Palma, che cerca di gettare benzina sul fuoco dell’entusiasmo per far sì che la concentrazione resti alta – ma una cosa è certa. E cioè che ci aspettiamo una bella cornice di pubblico allo stadio Aldo Campo di contrada Selvaggio dove affronteremo la Don Bosco Aidone. Tutti sanno che se vinciamo si concretizzerà l’obiettivo prefissato ad inizio stagione, quello del salto di categoria. Magari all’inizio, questa società che veniva da fuori era stata guardata con un minimo di legittima diffidenza, considerate le brutte esperienze che il Ragusa calcio ha collezionato negli anni. E però penso abbiamo dimostrato, con i fatti e non a parole, dove si vuole arrivare. Ed ecco perché sollecitiamo tutti ad essere presenti al campo, i tifosi, gli sportivi, i semplici appassionati. Ma anche chi non ha mai visto le partite del Ragusa ed è incuriosito da questo ambiente. Grazie al presidente Nicola D’Amico, tra l’altro, abbiamo fatto in modo che proprio per l’attesa competizione potessero essere previsti prezzi assolutamente popolari. Proprio perché ci piace l’idea che possano essere in molti i ragusani a condividere questo momento. Grazie, poi, al gran lavoro che sta svolgendo il direttore generale Antonino Monterosso, cercheremo di fare in modo che al campo possano arrivare quante più persone sarà possibile, giovani e meno giovani, uomini e donne. Ecco, in un momento come questo è importante che il pubblico ragusano possa essere il più numeroso possibile e celebrare questi ragazzi che hanno davvero compiuto un’impresa. La nostra ha dimostrato di essere la squadra più forte del campionato, la più compatta e quella con il carattere più determinato. E alla fine sta per essere premiata”. I progetti proseguono anche per il futuro. “E’ naturale – continua Palma – questa è una società che possiede un programma a media e a lunga scadenza. Iniziare così ha naturalmente galvanizzato tutti. Ed è più che naturale che si cerchi di fare uscire la città di Ragusa dall’anonimato calcistico in cui era stata relegata. Bisognerà lavorare ancora tanto e parecchio. Ma non è questo che ci spaventa. Le idee sono molto chiare e speriamo di poterle condividere con la cittadinanza già in occasione del match di domenica con la Don Bosco Aidone. Venite tutti a trovarci. Faremo il possibile perché ne venga fuori una bella festa di sport”. La gara allo stadio Aldo Campo prenderà il via alle 16.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

15 − 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.