Messo in vendita Palazzo Floridia a Modica. D’Antona(SI): “Opponiamoci”

0
741

Per l’ennesima volta si presenta il pericolo della vendita di Palazzo Floridia a Modica Alta.
Dopo precedenti tentativi, nel 2012, nel 2013 e nel 2016, nei quali la Provincia Regionale di Ragusa, oggi Libero Consorzio dei Comuni, aveva posto in vendita il palazzo, assieme ad altri immobili per sopperire alle sue difficoltà finanziarie, adesso con un avviso per acquisire manifestazioni di interesse, pubblicato il 18 marzo e con scadenza 16 aprile prossimo, l’elenco degli immobili in vendita contiene anche Palazzo Floridia.
Si ricorderà che l’edificio, casa natale del Maestro Pietro Floridia, acquistato dalla Provincia nel 2001 e per il quale più volte, al fine di rendere omaggio al grande musicista, è stata individuata come destinazione naturale d’uso quella di un centro culturale, con particolare riferimento a studi ed iniziative musicali, tanto che lo stesso ente nel 2009 decise di provvedere alla redazione di un progetto di circa unmilionecentomila euro per la messa in sicurezza ed il recupero dell’edificio, confermando la sua utilizzazione a fini culturali.
“Riteniamo che la cessione dell’immobile ai privati costituirebbe per la città di Modica un evidente danno, sia dal punto di vista culturale, sia per il rilancio di Modica Alta, dato che non è oggi dato sapere la futura destinazione d’uso che i privati ne farebbero – lamenta Vito D’Antona di Sinistra Italiana -. La città di Modica non può ancora una volta subire passivamente scelte che, seppure dettate da emergenze finanziarie, hanno un riflesso negativo sulla collettività, ma ha il dovere di tutelare la sua memoria storica e difendere tutto ciò che può costituire una occasione di crescita culturale, oltre che di valorizzazione del patrimonio anche a fini turistici.
Peraltro la sua fruizione, la cui collocazione, tra il complesso di Santa Maria del Gesù, la Chiesa di San Giovanni, il Castello dei Conti e la Chiesa di San Giorgio, come più volte espresso da tanti cittadini, arricchirebbe un naturale percorso turistico – culturale di valorizzazione di Modica Alta”.
D’Antona propone al Consiglio Comunale e all’Amministrazione Comunale, di intervenire urgentemente nei confronti del Commissario Straordinario del Libero Consorzio, affinché non dia seguito alla vendita di Palazzo Floridia, avviando, viceversa, un percorso congiunto per la sua valorizzazione e la sua fruizione, riprendendo il vecchio progetto.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

diciassette − 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.