Modica. Secondo appuntamento del ciclo di conversazioni etiche per una formazione al sociale

0
537

Si terrà a Modica, martedì 18 dicembre, il II appuntamento del ciclo di conversazioni su tematiche etiche per una formazione al sociale, organizzato della Parrocchia Madonna delle Lacrime, e tenute da Domenico Pisana, docente di Teologia Morale e Vice Direttore dell’Ufficio IRC della Diocesi di Noto.
“La dimensione sociale dell’uomo e le diverse visioni antropologiche a confronto con l’esperienza di Cristo” è il tema di questo secondo incontro, in programma alle ore 19,00 nella chiesa parrocchiale.
“Questo secondo appuntamento, afferma Don Michele Fidone, punterà l’attenzione sulla visione dell’uomo secondo la riflessione del Magistero della Chiesa e del vangelo, ed ha l’obiettivo di mettere a confronto la visione cristiana dell’uomo con il contesto culturale contemporaneo, al fine di andare oltre il reciproco sospetto e focalizzare il fatto che, al di là delle diverse prospettive antropologiche, l’uomo non può vivere e diventare uomo se non in una società di uomini, se non, cioè intessendo con altri uomini tutta una serie complessa di rapporti interpersonali. Invito a partecipare – prosegue Don Fidone – non solo i membri della nostra comunità parrocchiale, ma i giovani, i componenti di gruppi ecclesiali, associazioni laiche e di volontariato e comunità religiose, perché i temi che vengono di volta in volta trattati sono interessanti e sono di aiuto al cammino relazionale del cristiano, atteso che non c’è vita , persona, amore, conoscenza, fede, scienza e cultura senza relazione”.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

diciotto − diciassette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.