Il giornalista modicano Borrometi, invitato in una scuola di Rosolini. Incontro disdetto, poi interviene il sindaco…

Borrometi si, Borrometi no. E’ leitmotiv di queste ore che riguarda il giornalista antimafia modicano Paolo Borrometi, prima invitato in una scuola di Rosolini, invito poi disdetto e successivamente riconfermato. Borrometi, più volte minacciato dai boss e che vive sotto scorta, aveva ricevuto un invito a presenziare il prossimo il 22 maggio ad un incontro con gli studenti dell’Istituto superiore «Archimede» di Rosolini. Al giornalista era arrivata, poi, una mail dello studente che aveva tenuto i contatti, dove era scritto di dover annullare l’incontro perché “il mio preside ritiene poco sicuro farti intervenire”(Rosolini è a pochi chilometri da Pachino, cittadina da dove erano partite le minacce di morte). A questo punto è intervenuto il sindaco Corrado Calvo per concordare l’incontro dopo quello che lo stesso primo cittadino definisce «”n grande equivoco”.
«Ho invitato Borrometi per il 21 maggio all’Auditorium “Attilio del Buono” della scuola media “Giorgio La Pira”, dove saranno presenti gli studenti di tutte le scuole, per ribadire il nostro No contro ogni fenomeno criminoso: noi abbiamo sempre combattuto contro qualunque tipo di mafia – ha spiegato il primo cittadino.

«Nessun equivoco – dice replica il giornalista di Modica -. Comprendo la preoccupazione del preside ma non si può dare questo segnale. Ringrazio il sindaco che si sta facendo carico della vicenda. Mi amareggia non il comportamento del preside ma dare un segnale così negativo, annullando un evento in una città sconvolta da continui episodi, incidenti, e dove hanno recentemente arrestato un deputato».

Si dice stupito il preside, Giuseppe Martino: «Borrometi ha tutta la mia ammirazione ed anche la mia disponibilità. Ho già chiarito con lui che io non ho mai posto alcun divieto. Dopo le notizie di un rischio attentato, ho proposto al rappresentante di chiedere a Borrometi se voleva ancora intervenire, se preferiva farlo in videoconferenza, o preferiva rinviare l’incontro ad un altro momento. Visto l’equivoco ho invitato il giornalista io stesso stamane chiarendo il malinteso».
Nel pomeriggio, dopo l’annullamento dell’incontro, era intervenuta pesantemente la Federazione Nazionale della Stampa, ritenendo ingiustificata la decisione della scuola.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI