Chiaramonte: “Crack evitabile, lo abbiamo dimostrato”

Tempo di lettura: 2 minuti

Il gruppo di opposizione consiliare composto da Gaetano Iacono, Samuele Cultrera, Simona Riggio e Jessica Stracquadaini è intervenuto a seguito della dichiarazione di dissesto finanziario formulato dall’amministrazione e poi approdato in consiglio. Per gli esponenti dell’opposizione il dissesto poteva essere evitato facendo ricorso a un piano di riequilibrio pluriennale, a una azione di contenimento della spesa e accedendo al ricorso al fondo di rotazione per i Comuni, gestendo politicamente il debito. Inoltre, sarebbe stato opportuno un segnale politico con tagli alle consulenze e alle indennità della giunta.

“La dichiarazione di dissesto fortemente voluta e perorata dall’amministrazione comunale è un colpo durissimo per la città, per i servizi, per chi attende di essere pagato dal Comune, per i dipendenti e per le prospettive di crescita e sviluppo”, dicono i consiglieri.
“Si poteva evitare? Certamente sì e noi lo abbiamo dimostrato in consiglio comunale e messo nero su bianco. Il dissesto non era una scelta obbligata ma il sindaco Cutello ha fatto di tutto per voler arrivare a questo punto in modo tale da poter scaricare interamente sul passato le responsabilità e per poter guardare, alla fine del suo mandato, a una uscita da questo stato delle cose ed ergersi a salvatore della patria”
Poi proseguono: “In mezzo però ci sono cittadini, lavoratori, aziende, dipendenti. Tutto sulla loro pelle: pagano scelte sbagliate di oggi e gestioni scellerate del passato. Il dissesto poteva essere evitato con un piano di riequilibrio finanziario da spalmare su più anni che avrebbe consentito – con ragione ed oculatezza – di evitare il “crack” del Comune. Ma è molto più grave ciò che è stato fatto sui numeri per poter ingiustamente dichiarare il dissesto”.
I consiglieri entrano così nello specifico: “Il problema si pone per il bilancio di previsione 2023-2025.Il punto cruciale è aver scelto di non inserire al primo anno, in competenza ed in cassa, le entrate del fondo di rotazione che avrebbero pareggiato il bilancio del primo anno e ridotto sensibilmente la spesa per gli anni successivi consentendo di gestire politicamente il debito. Abbiamo dimostrato, carte e conti alla mano, che il disavanzo è di 4.913.801 e i debiti fuori bilancio ammonterebbero a 2.640.373 euro (che in ogni caso andavano prima riconosciuti dal consiglio comunale)”
“Il Comune di Chiaramonte avrebbe potuto chiedere aiuto allo Stato accedendo al “fondo di rotazione” per i Comuni in difficoltà che ammonta a 300 euro per cittadino. Complessivamente Chiaramonte poteva ottenere 2.168.000 di euro che nell’ottica di un piano di riequilibrio sarebbero stati risolutivi per i conti dell’ente, ma la maggioranza consiliare che sostiene Cutello ha rifiutato questa soluzione e preferito il dissesto. Inoltre, abbiamo dimostrato come la nostra soluzione avrebbe ottenuto un bilancio di parte corrente per l’anno 2023 di +174,30 euro, per l’anno 2024 di + 679.049 euro e per l’anno 2025 di + 486.522 euro”.
“L’aspetto ancor peggiore – continuano i consiglieri – e che abbiamo sottolineato pure durante la seduta, è che il dott. Passari, tra i revisori dei conti, sosteneva favorevolmente la nostra tesi durante la pausa chiesta dalla maggioranza per valutare la nostra proposta. Rientrati in aula però, i revisori ritardano ad entrare e si presentano solo in due: giusto il dott. Passari aveva necessità di andare via.”
I consiglieri poi concludono: “Il sindaco non ha voluto salvare l’ente ed ha scelto di non sporcarsi le mani. Non ha voluto il piano di riequilibrio per poter fare, oggi il martire e domani il salvatore del Comune. Il tempo delle recite è finito e il re è nudo”.
© Riproduzione riservata
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top