Cerca
Close this search box.

Ispica. Vernice deturpa ferro battuto sedili Istituto Da Vinci

Tempo di lettura: 2 minuti

Ridiscutere con la scuola il progetto “Diamo una mano di colore” e riqualificare i sedili e il verde pubblico retrostante della parte alta di corso Umberto. Lo chiede all’Amministrazione comunale con un’interpellanza il consigliere comunale del Partito Democratico Gianni Stornello.

“Sugli storici sedili di corso Umberto – spiega Stornello – l’Istituto comprensivo statale Leonardo da Vinci sta attuando un progetto denominato ‘Diamo una mano di colore’, autorizzato a settembre scorso dal sindaco, temo senza l’acquisizione di alcun parere. I sedili in ferro battuto vengono verniciati di vari colori, in linea peraltro con l’attuale tendenza di colorare e rendere vistoso l’arredo urbano, e vengono anche riportate frasi di personaggi importanti, come Alda Merini e Martin Luther King”. Ma, dopo avere sottolineato che “i progetti di Service Learning sono uno strumento utilissimo che coniuga didattica e cittadinanza, riconoscendo pieno merito alle scuole che li redigono e li attuano”, Stornello afferma che “i sedili costituiscono un patrimonio storico, artigianale, artistico della città, risalente alla prima metà del ‘900 e costituente di per sé un elemento di arredo urbano ed una singolarità che fa parte dell’identità di Ispica, alla quale sono legati fatti, storie, ricordi di generazioni di ispicesi”, aggiungendo che “più di un esperto consiglia di non verniciare quel tipo di ferro battuto perché non necessita di alcuna protezione, esteticamente è già di grande valore per la sua pregevole fattura artigianale e perché qualsiasi vernice, se non previa applicazione di particolari materiali che ne favoriscano l’aderenza, si sfoglia col tempo, anche abbastanza ravvicinato, dando un’immagine di degrado e di disordine urbano, cosa che peraltro si sta già verificando. La serie di sedili colorati che si sta via via realizzando rende anche vano l’effetto-visibilità e di sensibilizzazione sulla violenza di genere di quella che doveva essere l’unica panchina colorata di rosso posta all’inizio dei sedili in ferro battuto e che anni fa era stata colorata per iniziativa del Comune.

Con l’interpellanza Stornello chiede “quali pareri tecnici sono stati acquisiti prima della concessione del ‘nulla osta’ al progetto ‘Diamo una mano di colore’ e di riqualificare gli artistici sedili in ferro battuto e l’area retrostante, nel quadro di un’azione di rigenerazione consistente nella pulizia, cura del verde, illuminazione, anche col ripristino funzionale dei lampioni originari. Per rivitalizzare il tratto alto del corso principale, Stornello propone di affidare in concessione a privati la villetta per favorirne la fruizione con uno sgravio dei costi di manutenzione per il Comune” e chiede di ridiscutere con la scuola i particolari del progetto, attuandolo in ambienti e angoli diversi per riconoscere il meritevole impegno civico e didattico profuso da insegnanti e ragazzi”.

© Riproduzione riservata
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top