Cerca
Close this search box.

Grandi emozioni per la seconda edizione di Ragusa Incanto

Tempo di lettura: 2 minuti

Il finale ha consentito di declinare con esattezza la cifra di questa rassegna: tutti assieme, in maniera ieratica, per eseguire il Gloria in excelsis deo di Antonio Vivaldi. I muri della Cattedrale di Ragusa hanno risuonato della potenza sonora di quattro cori riuniti che hanno voluto ringraziare così il pubblico numeroso che ha assistito alla seconda edizione di Ragusa InCanto, la rassegna di cori polifonici promossa dall’associazione culturale Cantus Novo, sotto l’egida dell’International Choral federation e del ministero della Cultura. Associazione che da tempo promuove la diffusione della cultura musicale, organizzando corsi, concerti e rassegne. Come quella di sabato sera che ha visto la presenza, oltre al coro polifonico di Cantus Novo, diretto dal maestro Giovanni Giaquinta, anche dei cori: 4Keys diretto dal maestro Sebastiano Mercorillo; Jubilate Gentes, diretto dalla maestra Gianna Rizza; ed Enarmonia, diretto dal maestro Dario Adamo. Molto interessanti le proposte musicali che i quattro cori hanno sottoposto all’attenzione degli spettatori presenti, nell’ottica di uno scambio delle esperienze musical e della condivisione delle corali, favorendo e rafforzando il reciproco arricchimento. Cantus Novo ha fatto ascoltare “Cantate dominum”, ultimo brano dell’opera prima del maestro Giaquinta “Cantate dominum”; Benedictus, tratto dalla Missa Brevis di Jacob de Hann; e il Magnificat di John Rutter. Il coro 4Keys ha invece proposto l’Ave, verum corpus di Mozart, il Kyrie da The armed man, messa per la pace di Karl Jenkins, e il Laudate dominum di Haendel. Quindi, il Jubilate Gentes che ha proposto il Jesus Blaibet di Bach, A Te Padre di Pippo Rizza e il Pacem in terris di don Marco Frisina. Ha concluso il coro Enarmonia con l’Adagio in sol minore di Albinoni, il For the beauty of the heart di Rutter e The prayer di Carole Bayer Sager. Da sottolineare anche la puntuale performance degli orchestrali che hanno accompagnato ogni corale. Al termine la consegna della targa per attestare la partecipazione all’evento a ogni coro, con direttore e presidente dell’associazione di riferimento. Una targa anche a Loredana Toro, braccio destro dell’associazione Cantus novo, e al parroco della Cattedrale, il sacerdote Giuseppe Burrafato, in segno di ringraziamento per la disponibilità manifestata. L’appuntamento è rinnovato alla terza edizione già programmata per il novembre 2023.

© Riproduzione riservata
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top