Turismo e viabilità a Ibla, anche la Cna presente all’incontro

Tempo di lettura: 2 minuti

Anche la Cna territoriale di Ragusa presente alla riunione indetta dal sindaco di Ragusa, Peppe Cassì, sulle problematiche che, nel corso della stagione estiva, si sono registrate sulla questione viabilità a Ibla, con un focus su tutto ciò che riguarda il turismo e, soprattutto, la visione legata al futuro. La delegazione Cna era formata dal presidente della Cna Turismo Ragusa, Giovanni Carbone, con Santi Tiralosi, e dal segretario territoriale, Carmelo Caccamo, con il funzionario Roberto Bordonaro. “Abbiamo sottolineato – afferma Carbone – come sia giusto che a Ibla, come in tutte le realtà turistiche che si rispetti, sia presente una zona a traffico limitato e che, però, forse, le scelte compiute dall’Amministrazione comunale, quest’anno, sono risultate essere poco armoniche con le reali esigenze e anche in ritardo rispetto alla programmazione anticipata che sarebbe stato necessario effettuare. In ogni caso, abbiamo apprezzato la disponibilità al dialogo al primo cittadino, sottolineando che queste riunioni sono utili per fare in modo che magari già da questo autunno, in vista del Natale, siano smussati gli angoli e che il sistema delle criticità emerse in questi mesi possa trovare una soluzione, migliorando tutto ciò che non ha funzionato. Sappiamo che è complesso contemperare le esigenze dei residenti con quelle degli operatori economici. Ma riteniamo che il confronto vinca sempre e, anzi, dal dibattito sono emersi spunti molto interessanti che speriamo possano trovare possibilità di sviluppo per poi valutare una eventuale applicazione”.
Il segretario Caccamo precisa: “Ci siamo confrontati in modo schietto facendo emergere le perplessità e soprattutto le difficoltà registrate dalle imprese e da tutti gli operatori durante l’estate. Abbiamo sostenuto che Ibla deve diventare sempre più un grande hub turistico per eccellenza, una vera e propria vetrina della nostra provincia in grado di intercettare i flussi turistici importanti che arrivano in Sicilia. L’amministrazione deve chiarire quale idea turistica occorra mettere in piedi per tutta la città di Ragusa, da Marina a Ibla. Occorre mettere mano immediatamente al regolamento taxi e fornire risposte ai ristoratori e alla ricettività. Non poche le problematiche che, in tal senso, sono state registrate a Marina di Ragusa. A Ibla, invece, non si tratta di discutere di ztl ma di attivarsi per potenziare tutti i servizi di mobilità allo scopo di garantire un certo equilibrio tra coloro che a Ibla ci vivono, e devono essere rispettati, con i legittimi interessi di chi ha investito per lavorarci. Inoltre, occorre immediatamente programmare, con il destination manager nominato, un piano strategico sul turismo adeguato alle nuove esigenze al fine di proiettare la città di Ragusa nell’ambito del giusto ruolo che la stessa merita”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI