Cina. Si combatte la miseria anche producendo peluche

Tempo di lettura: 2 minuti

di Giannino Ruzza

Nella città di Ankang situata nella provincia centrale dello Shaanxi, produrre peluche rappresenta il sostentamento quotidiano. Il complesso industriale è composto da 112 aziende che oltre alla produzione, garantiscono la materia prima e altri elementi ausiliari. Molti dei prodotti cinesi che vengono commercializzati nei paesi occidentali hanno in comune l’etichetta con la scritta Made In China, e i peluche non sfuggono a questa realtà. Quello che per una ragazza in tutto il mondo è motivo di gioco, emozione e persino compagnia, per migliaia di cinesi nella città di Ankang, questi giocattoli, progettati da professionisti cinesi e stranieri, arrivano sul mercato dopo aver superato un rigoroso controllo di qualità che cerca di garantire la protezione dei bambini e dell’ambiente, attraverso l’uso di materiali antiallergici e poco inquinanti. Questo emporio, che secondo i dati ufficiali nel 2021 ha prodotto più di 107 milioni di dollari, dà lavoro ad almeno 3.300 persone, delle quali 378 sono uscite dalla povertà. Gli operai che uniscono i pezzi dei peluche con le loro macchine da cucire guadagnano circa 400 dollari al mese, reddito che può aumentare in base alla produzione e alle ore lavorative. Sforzi che portano alla realizzazione ogni anno di milioni di peluche a forma di orsetto, senza contare il resto della gamma dei prodotti. Secondo i direttori del complesso industriale, il 90 per cento di questa merce è destinata all’esportazione per adempiere agli impegni assunti con grandi aziende occidentali come Disney e Universal.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI