Vittoria. Aumento Tari, soldi che mancano ed emergenza continua

Scuderi: "La situazione è molto complessa in città"
Tempo di lettura: 2 minuti

“Non è tanto l’incremento della Tari dell’1,07% sul fronte delle tariffe annue quanto il fatto che, così procedendo, gli aumenti si succederanno uno dietro l’altro senza soluzione di continuità. E il Comune dovrà spiegare alla cittadinanza le ragioni di questi incrementi senza che, di contro, ci sia un servizio all’altezza della situazione. Anzi, abbiamo appurato che, proprio in questi giorni, a differenza di altri Comuni iblei pur a fronte di questa situazione d’emergenza, a Vittoria la situazione complessiva è allo sfascio. L’anno scorso, per il servizio di igiene ambientale, sono stati spesi 10 milioni di euro. Per il prossimo anno, la previsione è di 11 milioni e passa. I vittoriesi non possono subire questa corsa all’aumento che continuerà a impoverire sempre di più le nostre famiglie”.

E’ quanto ha affermato ieri sera il consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Giuseppe Scuderi, a proposito della disamina di un argomento all’ordine del giorno che testimonia come sia necessario sempre più muoversi in determinati ambiti per ricevere riscontri adeguati. “E, invece, politicamente dalla maggioranza che risposte otteniamo? Il fatto – continua Scuderi – che, a causa dei soliti malpancisti, c’erano diversi vuoti tra le loro file e che, per questo motivo, non riescono ad assumersi le responsabilità politiche di alcune decisioni di cruciale importanza per la città. L’opposizione ha tenuto in piedi il numero legale tanto è vero che, dopo che il punto dell’aumento della Tari è stato approvato, la maggioranza non ha potuto neppure esitare l’immediata esecutività visto che non avevano i numeri. In ogni caso, il dato preoccupante, sul piano politico, è che si naviga a vista e dopo nove mesi dalle elezioni questo significa che tra non molto lo sbando sarà completo”. “Infatti – continua Scuderi – proprio per quanto riguarda la Tari, non c’è assolutamente prospettiva con buona pace di tutte le promesse che erano state fatte in campagna elettorale dal sindaco e dalla sua coalizione. Droni, telecamere, lotta alle fumarole, discariche abusive: questi gli impegni presi mentre, allo stato attuale, non c’è alcuna ombra di programmazione né di qualcosa che sia stato fatto in questo senso a parte le solite parole pronunciate a casaccio sui social”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI