Melanoma: “Oltre la Pelle” dal 26 al 28 maggio a Catania

Tempo di lettura: 2 minuti

L’aumento delle temperature, l’assottigliarsi dello strato di ozono dell’atmosfera, il crescere dell’inquinamento dovuto ai carburanti fossili minacciano la salute umana. A partire da quella della pelle. Gli effetti del cambiamento climatico, infatti, si possono misurare anche in termini di maggior rischio di sviluppare tumori cutanei, e in particolar modo il melanoma. È stato stimato che un aumento di 1,5°C equivarrà a 8 giorni in più di caldo torrido nell’area del Mediterraneo3 e quindi di maggiore insolazione. E i raggi ultravioletti, il fattore di rischio numero uno per lo sviluppo del melanoma, colpiscono di più per via dell’assottigliamento dello strato di ozono: l’1% in meno di strato di ozono provoca un aumento dall’1 al 2% dell’incidenza di melanoma2. D’altronde i nuovi casi stanno crescendo a un ritmo costante, colpendo anche persone giovani. Si tratta infatti di uno dei principali tumori che insorgono in giovane età e costituisce in Italia attualmente il terzo tumore più frequente in entrambi i sessi al di sotto dei 50 anni1. A livello mondiale, e l’Italia non fa eccezione, si stima che nell’ultimo decennio il melanoma cutaneo abbia raggiunto i 100.000 nuovi casi l’anno: un aumento di circa il 15% rispetto al decennio precedente4.

Per quanto si tratti di un tumore in crescita, però, il melanoma si può prevenire con successo. Un messaggio che “Oltre la pelle – La prevenzione al centro”, campagna di sensibilizzazione promossa da Novartis con il patrocinio di società scientifiche e associazioni pazienti, per fornire informazioni, approfondimenti e consigli sulla prevenzione e la gestione del melanoma, fa arrivare ora nelle piazze. Con un invito a fermarsi fisicamente presso l’allestimento, ma a non fermarsi alle apparenze, e ad andare più a fondo con i controlli periodici dei nei.

Negli ultimi anni la cura del melanoma ha subito una vera rivoluzione, grazie a farmaci sempre più efficaci. Ma i casi stanno aumentando: è quindi fondamentale che l’attenzione alla prevenzione rimanga molto alta”, dichiara Ignazio Stanganelli Presidente dell’Intergruppo Melanoma Italiano (IMI). “Il melanoma è uno dei tumori che colpisce di più le persone giovani, sotto i 50 anni. È soprattutto a loro, e anche ai giovanissimi, che dobbiamo rivolgere la nostra attenzione invitandoli a rivolgersi agli specialisti e a controllarsi con costanza”.

Alcune buone abitudini, fra cui la visita periodica per il controllo dei nei, insieme alla conoscenza dei fattori di rischio e a un adeguato stile di vita, possono risultare fondamentali ai fini della prevenzione del melanoma.

L’esposizione ai raggi UV è uno dei principali fattori di rischio per lo sviluppo del melanoma. Proteggersi è una buona abitudine che vale per tutti ma ci sono persone che hanno un maggior rischio, per via del loro fototipo, del lavoro che svolgono, della propensione a scottarsi”, spiega Francesco Cusano, Presidente dell’Associazione Dermatologi Venereologi Ospedalieri Italiani e della Sanità Pubblica (ADOI). “È fondamentale che i cittadini siano sensibilizzati su questo tema così da tutelare la salute di tutti”.

Il progressivo cambiamento climatico potrebbe avere conseguenze significative sull’incidenza dei casi di melanoma; a questo si aggiunge l’impatto dei mancati controlli durante la pandemia sulle nuove diagnosi: per questo Novartis prosegue il suo impegno nel sostenere le iniziative di sensibilizzazione e informazione sulla prevenzione e sulla diagnosi precoce, evidenziando l’importanza e la necessità di tornare nei centri ed effettuare controlli periodici dei nei in ottica di prevenzione. Un impegno in linea con la mission di Novartis di re-immaginare la medicina per migliorare e prolungare la vita delle persone, non solo grazie all’innovazione terapeutica, ma anche attraverso servizi concreti di supporto alla salute delle persone. 

Oltre la pelle è la campagna di sensibilizzazione realizzata da Novartis sulla prevenzione e la gestione del melanoma. Dal 2021, con l’iniziativa Oltre la pelle – La prevenzione al centro, la campagna ha avviato una serie di attività specifiche sull’importanza della prevenzione del melanoma, promuovendo visite dermatologiche per il controllo dei nei, strumento principale di prevenzione. Un ricco programma di attività per conoscere e prevenire il melanoma, sviluppato anche grazie al contributo di esperti, medici e pazienti, attraverso la pagina Facebook @OltreLaPelleMelanoma, una community attiva da oltre due anni, e una pagina dedicata all’interno del portale Alleati per la Salute.

 

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI