Cerca
Close this search box.

Tra Vittoria e Comiso: due arresti della Polizia di Stato

Tempo di lettura: 2 minuti

A Vittoria, venerdì scorso la Polizia di Stato ha arrestato un soggetto, sottoposto agli arresti domiciliari per altri reati, in ottemperanza al provvedimento di revoca della predetta misura cautelare degli arresti domiciliari e sostituzione con quella della custodia cautelare in carcere, emesso dal Tribunale di Ragusa, essendosi  reso responsabile  di evasione, accertato dagli Agenti del Commissariato in occasione dei controlli di polizia, il 30 gennaio 2022 ed il 3 febbraio 2022, quando  non era stato trovato in casa. Le successive segnalazioni alla Procura della Repubblica di Ragusa hanno portato l’Autorità Giudiziaria a revocare gli arrestidomiciliari sostituendoli con la custodia cautelare in carcere.

A Comiso, la sera di domenica 13 febbraio, la Volante del Commissariato ha proceduto all’arresto in flagranza   di un giovane straniero, già noto alle forze di polizia, per  violenza resistenza a Pubblico Ufficiale.

In particolare, nel pomeriggio di domenica, durante l’attività di controllo del territorio e prevenzione dei reati in genere, gli Agenti notavano per le vie del centro la presenza di uno straniero a bordo di un motociclo privo di casco di protezione.

Per tale motivo procedevano ad intimargli l’Alt tramite apposito dispositivo di segnalazione; tuttavia il centauro, dopo aver accennato un rallentamento, accelerava improvvisamente e approfittando di un piccolo varco tra il veicolo di servizio ed il marciapiede si dava a precipitosa fuga.

Ne scaturiva così un inseguimento tra le vie di Comiso sino a quando il fuggitivo lasciava cadere il motociclo rovinosamente in terra proseguendo la fuga a piedi.

Uno dei due Agenti, sceso dalla vettura, iniziava a rincorrere il soggetto riuscendo  a raggiungerlo dopo alcune centinaia di metri. Nel tentativo di fuggire nuovamente, l’uomo si scagliava contro il poliziotto sferrandogli numerosi calci e pugni ed una violenta testata al petto.

Nonostante ciò, l’Agente riusciva a bloccarlo a terra e con l’aiuto del collega, nel frattempo, sopraggiunto, riuscivano ad assicurarlo all’interno dell’autovettura ed  a condurlo presso gli Uffici del Commissariato.

Dai successivi  accertamenti è emerso che lo straniero, regolare nel territorio nazionale, era privo di patente di guida per non averla mai conseguita e che il motociclo era sprovvisto di assicurazione. Per tali violazioni al codice della strada sono state comminate le relative sanzioni ed il mezzo è stato sottoposto al sequestro amministrativo.

Per l’aggressione ai danni dell’Agentel’uomo è stato tratto in arresto per il reato di violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale e, dopo gli adempimenti di rito, su disposizione del Pubblico Ministero è stato sottoposto alla misura precautelare degli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Nell’udienza di convalida tenutasi ieri, il Giudice per le Indagini P0reliminaridel Tribunale di Ragusa ha convalidato l’arresto operato dagli uomini del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Comiso.

© Riproduzione riservata
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top