Le stelle di Natale AIL fioriranno anche in provincia di Ragusa

Tempo di lettura: 2 minuti

“C’è una stella che continua a fiorire per colorare la speranza di chi lotta contro un tumore del sangue”. Le stelle di Natale AIL fioriranno su tutte le piazze d’Italia, da venerdì 3 a domenica 5 dicembre, ma quest’anno a Ragusa, nel gazebo allestito in piazza Libertà, la fioritura” si prolungherà fino a mercoledì 8 dicembre, per consentire a chi vorrà contribuire di ritirare la propria stella con una donazione minima di 12 euro. Ancora una volta, il ricavato della tradizionale campagna “Stelle di Natale”, che prevede anche – nella sede di via Archimede 17-E a Ragusa – l’offerta di panettoni artigianali e Stelle di cioccolato, sarà utilizzato per i malati oncoematologici della provincia e per supportare le loro famiglie. Da oltre 50 anni l’AIL si adopera in favore dei pazienti ematologici, attraverso il finanziamento della ricerca scientifica, il sostegno ai reparti di Ematologia, l’attivazione di cure domiciliari e l’ospitalità gratuita nelle Case Alloggio durante il percorso di terapia.
I volontari saranno a: RAGUSA – piazza Libertà – RAGUSA IBLA
VITTORIA – piazza del Popolo – GIARRATANA – corso XX settembre – SCICLI – piazza Italia e via Mormino Penna – POZZALLO – piazza Municipio – ISPICA – piazza Unità d’Italia –
SANTA CROCE CAMERINA – piazza V. Emanuele – MONTEROSSO – piazza S. Giovanni – ACATE – piazza Libertà e piazza Matteotti – CHIARAMONTE GULFI – piazza Duomo .
A Scicli, Ispica e Pozzallo saranno presenti anche gli “Angeli in moto”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI