Italia Viva Scicli. “Approvato nostro odg contro lo squadrismo”

Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo l’attacco squadrista di sabato scorso alla sede della Cgil, a margine della manifestazione romana promossa dai no vax, anche il Comune di Scicli, nella prima seduta utile del civico consesso, ha voluto affrontare la delicata questione. In particolare, il gruppo consiliare Scicli Bene Comune ha presentato un odg in cui si invita il Consiglio comunale a prendere posizione su quanto accaduto. La consigliera comunale di Italia Viva, Marianna Buscema, ritenendo che l’argomento non solo meriti di essere approfondito ma anche caratterizzato da una serie di prescrizioni specifiche, ha presentato un emendamento facendo aggiungere che “il suolo pubblico del Comune può essere concesso previa sottoscrizione di una dichiarazione di adesione ai principi della Costituzione, con particolare riferimento alla XII disposizione transitoria e finale dove si vieta la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista”. L’ordine del giorno è stato approvato dal civico consesso. “Ritengo sia importante condannare la violenza da qualunque parte arrivi – afferma la consigliera Buscema – ma, stavolta, c’è, come dire, un aggravante. Ci siamo misurati con un caso concreto che ci fa allarmare e che, con la memoria, ci fa riandare indietro di un secolo, quando cominciarono i primi drammatici episodi di squadrismo. Ecco perché diciamo che la politica deve unirsi nella condanna a simili episodi, affinché la libertà di protesta non sia confusa con azioni di violenza di stampo fascista”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI