Ragusa. Erogati 684.635 euro per buoni spesa alimentari

Tempo di lettura: 2 minuti

E’ di € 684.635 l’importo erogato in buoni spesa alimentari per far fronte alla crisi economica generata dalla seconda ondata della pandemia e dalle successive restrizioni. Ai € 538.631 destinati con questa finalità a Ragusa dal Governo centrale con il decreto ristori dello scorso 23 novembre, il Comune ha infatti aggiunto, attingendo ai propri bilanci, altri € 155.000 per coprire l’intero fabbisogno delle richieste presentate.
“Ragusa – dichiara il sindaco Peppe Cassì – ha fatto così in modo che nessuno restasse indietro, soddisfacendo il fabbisogno alimentare di chi ha pagato più duramente gli effetti della crisi. Sono state infatti 2241 le pratiche accolte, di cui 2062 ammesse con priorità alla luce di necessità urgenti; 214, invece, le pratiche respinte perché prive dei requisiti per averne diritto a seguito dei relativi controlli. Abbiamo inoltre tenuto conto delle difficoltà che la crisi genera nei più piccoli, assegnando un ulteriore bonus alle famiglie con minori.
Ancora in corso, sebbene ormai in via di completamento, l’erogazione dei buoni spesa commerciali. Si tratta anche qui di un fondo comunale, pari a € 150.000, stanziato per dare un ulteriore sollievo alle famiglie più bisognose e indirettamente alle attività locali, commerciali e di ristorazione, dove questa specifica tipologia di buoni può essere spesa. Ad oggi sono stati erogati 1.345 buoni commerciali, pari a € 114.810. Anche in questo caso una somma supplementare è stata assegnata ai nuclei familiari con minori”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI