Covid, dal 7 gennaio 2021 torna il sistema dei tre colori

Tempo di lettura: 3 minuti

Dal 7 gennaio 2021 ritornerà il sistema a tre colori per classificare le regioni italiane in base alle restrizioni anti-coronavirus vigenti.

Non tutte le regioni torneranno nella tonalità che avevano prima delle feste e questo a causa dell’Rt che sta mutando e che subirà un decisivo incremento ai primi di gennaio, rispetto a quanto era a metà novembre.

L’effetto “feste”, insomma si farà sentire. Al termine delle misure natalizie, alcune regioni che il 23 dicembre erano “gialle” rischiano, infatti, di ritrovarsi “arancioni”: tra queste, stando agli ultimi dati, sicuramente il Veneto (che da diversi giorni ormai conta più casi di qualunque altra Regione italiana) e la Puglia (che registra il picco di aumento di ricoveri in terapia intensiva).

Se infatti in queste due Regioni negli ultimi giorni i casi di contagio sono molto aumentati, già l’ultimo rapporto dell’Iss per la settimana 14-20 dicembre, come sottolinea il Messaggero, aveva evidenziato come 9 regioni fossero da considerare a rischio moderato o alto: Liguria, Marche, Puglia, Umbria e Veneto venivano classificate a rischio, ed Emilia-Romagna, Molise, Provincia Autonoma di Trento e Valle d’Aosta a rischio moderato ma con elevata probabilità di incrementare il livello di rischio a causa dell’indice Rt troppo alto.

Così, se il nuovo bollettino dell’Iss dovesse confermare la tendenza, e se l’indice Rt non dovesse scendere, queste Regioni rischiano di ritrovarsi declassate in area “arancione” dal 7 gennaio.

Per la Sicilia, stando ai dati attuali, si profila una zona gialla, la più bassa delle tre ma non da sottovalutare anche perchè il 7 gennaio, quando l’Italia vestirà il “tricolore da Coronavirus” ancora non ci saranno gli effetti delle feste. Se da un lato la zona rossa natalizia ha evitato assembramenti e riunioni, dall’altro consentire gli spostamenti per recarsi a casa di parenti e amici (seppur a numero ridotto) ha fatto sì che il virus continuasse a circolare. Il risultato (epidemiologico) della zona rossa/arancione delle feste natalizie si conoscerà soltanto nella seconda metà di gennaio; ecco perchè essere in zona gialla non vuol certo dire abbassare la guardia.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI