L’Indonesia pensa al business dei gamberetti

Tempo di lettura: 2 minuti

L’Indonesia, in tempi di Covid-19,  pensa ai gamberetti per dare impulso alla propria economia. Il direttore generale dell’acquacoltura, ha affermato che il governo ha come obiettivo l’aumento delle  esportazioni mondiali di gamberi fino al 250% entro il 2024. Abbiamo un potenziale enorme – ha detto – sfruttato solo al 25 per cento. Il direttore ha riferimento alle vastissime aree biologiche a disposizione dell’Indonesia (tra cui l’isola di Java che ospita metà della popolazione) adatte alla coltivazione e sviluppo delle specie indigene e autoctone  tra cui il gambero Jerbung (Penaeus merguensis) e il gambero bianco (Penaeus indicus). Saranno realizzati nuovi bacini adatti all’acquacoltura per la riproduzione anche dei gamberetti tigre e vannamei. “l’Indonesia intende diventare il centro di sperimentazione per la produzione di gamberetti merguensis e indicus nel mondo. Noi indonesiani abbiamo risorse genetiche e umane tali da consentirci di raggiungere gli obiettivi prefissati” ha detto il direttore generale Slamet Soebjakto. I maggiori importatori nel mondo sono: Stati Uniti, Cina e Giappone, mercati con il più alto assorbimento di gamberetti provenienti dall’Indonesia.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI