L’Agriacono FreeCom ADSL Comiso si aggiudica il 6° Memorial “Gioacchino Russo Morosoli”

0
437

Un’altra buona prova dell’Agriacono FreeCom ADSL Comiso che si aggiudica il torneo amichevole disputato domenica 13 ottobre presso la palestra dell’Istituto Comprensivo Montessori-Mascagni di Catania. Il triangolare ha visto le biancorosse impegnate con la squadra di casa, il Volley Valley, e con il Paomar Volley Siracusa.
Nonostante le assenze di Piscopo, Sudano e Castilletti, le atelete casmenee hanno fornito una prestazione soddisfacente nel complesso, con momenti di bel gioco alternati a qualche disattenzione, giustificabile dal clima amichevole del torneo.
In entrambe le partite, sale in cattedra Giuliana Di Emanuele che gioca in modo eccellente sia in attacco, sia in difesa e aiuta l’intera squadra a portare a casa il torneo. Ottima anche la prova della giovanissima Matarazzo che gioca titolare e sfoggia la grande forza di cui è dotata, con attacchi laterali che vanno quasi sempre a segno. Il neo acquisto Sara Gabriele sfoggia una grande partita alla regia, riconferma lo spessore tecnico che ha mostrato nelle prime due amichevoli stagionali e inizia a trovare un’ottima intesa anche con le centrali Gambini e Pace che forniscono delle buone prestazioni e segnali incoraggianti in vista dell’inizio del campionato.
La prima partita, con le atlete etnee, è finita 0-3 per l’Agriacono FreeCom ADSL Comiso (18-25; 20-25; 15-25): una sfida che ha mostrato le grandi potenzialità delle giovani catanesi, comunque non sufficienti a colmare il gap di categoria tra le due squadre. La seconda partita contro il Paomar Siracusa viene giocata al meglio dei 3 set e viene vinta dalle atlete di coach Marchisciana per 2-1 con un primo set combattutissimo finito per 27-29 in favore delle siracusane e gli altri due terminati in favore dell’Agriacono FreeCom ADSL Comiso per 25-19 e 15-7.
“Siamo sulla buona strada e in buona forma in vista della prima di campionato il 20 ottobre a Crotone, – commenta il presidente Giovanni Sudano – manca ancora un po’ di lucidità, ma si vedono già segnali confortanti anche dalle più giovani che stanno crescendo tecnicamente e tatticamente a vista d’occhio.”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

tre × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.