Una punta della Berretti del Catania si accasa col Ragusa Calcio, è il difensore Riccardo Rosalia

E’ Riccardo Rosalia, originario di Acireale, alto 175 centimetri, l’ultimo arrivato in casa del Ragusa Calcio. Classe 2000, proveniente dalla Berretti del Catania, negli ultimi mesi a Giarre in Eccellenza, Rosalia è una scommessa dello staff tecnico azzurro guidato dall’allenatore Alessandro Settineri. L’accordo è stato chiuso ieri sera dal direttore sportivo Emanuele Merola e già oggi Rosalia sarà a disposizione dell’allenatore. Con la Berretti del Catania, di cui è stato una punta di diamante, due anni fa, il nuovo giocatore del Ragusa è arrivato sino ai quarti di finale, a livello nazionale, assieme con il Livorno. Il suo ruolo? “Nasco come terzino – afferma – ma sono stato impiegato come centrale oppure anche come esterno di centrocampo. Mi adatto abbastanza facilmente. Insomma, sono un jolly. Perché arrivo qui a Ragusa? Ho capito che si sta mettendo in piedi un grande progetto e quando ci sono occasioni del genere devono essere colte al volo. Conosco alcuni giocatori di questo nuovo Ragusa e non vedo l’ora di potermi confrontare con loro per avviare una stagione che spero possa essere ricca di soddisfazioni per il gruppo e anche, perché no, per me personalmente”. Intanto, il Ragusa, mercoledì 7 agosto, alle 18, al campo sportivo Ottaviano di viale Colajanni, disputerà un allenamento congiunto con lo Sporting Eubea. Dopo il test di sabato scorso con la Sicula Leonzio, sarà l’occasione per verificare se e quali passi in avanti sono stati compiuti.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI