Lancio di sassi sulla Ispica-Rosolini(Marina Marza). Arrestato un pachinese

I Carabinieri hanno arrestato in flagranza del reato di violenza e minaccia a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento, un uomo di Pachino nella zona di Marina Marza ad Ispica.
Nel tardo pomeriggio di domenica i militari dell’Arma erano stati allertati da una chiamata al 112 che segnalava un uomo in escandescenza che nei pressi del parcheggio di un noto lido della zona, aveva scagliato sassi contro un veicolo con a bordo quattro giovanissimi ragazzi, infrangendo i cristalli ed aggredendo due dei quattro occupanti. Nell’orario affollatissimo di rientro dalle zone balneari, la situazione aveva creato gravissima preoccupazione tra i presenti, l’arrivo di diverse pattuglie impegnate nell’incessante azione di controllo del territorio, ha permesso di bloccare e trattenere l’uomo, che alla vista dei Carabinieri, ha provato ad aggredire anche questi, tanto da cagionare a due di essi alcune lievi contusioni.
Al termine delle concitate fasi nelle quali la fermezza e la professionalità dei militari ha permesso di evitare più gravi conseguenze alle decine di persone presenti, il soggetto è stato arrestato e posto a disposizione del PM di turno della Procura di Ragusa. I Carabinieri lo hanno identificato in Claudio Sipione, pregiudicato di Pachino, di 45 anni, che aveva dato vita ad aggressioni violente verosimilmente a causa del timore di aver subito un tamponamento, e le successive analisi lo hanno trovato in totale stato di ebbrezza.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI