Il Modica Calcio “svela” con entusiasmo programmi e ambizioni

0
817

“Siamo qui per portare in alto i colori del Modica Calcio”. Sono queste le prime parole pronunciate dal presidente del Modica Calcio Michele Zocco in apertura della conferenza tenutasi questa mattina nella sala conferenze dell’Hotel Torre del Sud in Via Sandro Pertini. All’incontro con la stampa erano presenti anche il Direttore Sportivo Pippo Vicari, i dirigenti Antonio Sammito e Giovanni Avola il nuovo allenatore Rosario Cervillera, il capitano Alessandro Cassibba, Simone Pitino, i nuovi arrivi Andrea Vicari e Salvatore Campailla e una nutrita rappresentanza del gruppo ultras “Sostenitori Modica Calcio” e del gruppo “Tradizione”. Michele Zocco ha inoltre svelato i progetti, i programmi e gli obiettivi della dirigenza che seppur partita con ritardo sta cercando di recuperare il gap rispetto alle altre società e rassicurato i tifosi perchè le intenzioni sono quelle di costruire una squadra in grado di “reggere” il blasone e l’importanza di una piazza come Modica. “Ringrazio chi mi ha preceduto alla presidenza del Modica – ha spiegato Michele Zocco – il nostro obiettivo è di dare continuità al progetto nato quattro anni fa e per questo ci stiamo spendendo senza guardare l’orologio e giorno. Vogliamo che sia coinvolta quanta più gente possibile e chiediamo per questo ai tifosi di starci vicino e di pazientare perchè noi tutti siamo i primi tifosi dei “Tigrotti” e faremo di tutto per riportare i rossoblù nelle categorie che più gli competono, magari non sarà quest’anno, ma il nostro progetto primario è fare il bene del Modica Calcio. Io e il mio gruppo siamo motivati e crediamo nel progetto. I miei tre anni di “flirt amoroso” con il Frigintini – ha concluso il presidente del Modica Calcio – sono stati tre anni che non rinnego, ho lavorato con gente seria e credo di aver lasciato un buon ricordo, anche perchè in tre anni abbiamo ottenuto la vittoria ai play off del girone anche se poi abbiamo perso la finale, siamo stati ripescati in Promozione, dove per due anni abbiamo ottenuto la salvezza e sono riuscito a portare nella squadra della frazione gente del Calibro di Pianese, Bennardo, Vicari solo per citarne alcuni”.

Subito dopo ha preso la parola il Direttore Generale Pippo Vicari: “Ringrazio tutti per avermi dato la possibilità di lavorare per il Modica Calcio – ha spiegato Pippo Vicari – e stiamo facendo di tutto per fare le cose per bene e con la massima trasparenza. Spesso mi chiedono il motivo per cui non abbiamo coinvolto gli altri atleti modicani. Bene – continua – mi corre l’obbligo di dire pubblicamente che la dirigenza ha interpellato tutti gli atleti modicani, riconfermato tutti quelli della passata stagione. Qualcuno ha preferito andare a giocare fuori – conclude Pippo Vicari – accettiamo la loro decisione e auguriamo a loro le migliori fortune”.

Poi è stata la volta di Antonio Sammito grande tifoso del Modica alla sua prima esperienza alla dirigenza del Modica Calcio: “Per me – spiega Antonio Sammito – dopo aver dato una mano al Modica come sponsor ho voluto farmi coinvolgere in questa esperienza da dirigente perchè ho potuto constatare di persona che chi è al vertice del Modica Calcio è gente che stimo che ha entusiasmo e che come me vuole bene a Modica e al Modica Calcio. Il Modica Calcio è come una famiglia e io avrò un compito difficile perchè oltre a dirigente sarò in prima linea la domenica in tribuna e cercherò di fare da “portavoce” tra società e tifoseria. Ma una cosa sia chiara farò il massimo da dirigente, ma se ci sarà da criticare da tifoso sarò il primo a criticare e a criticarmi perchè tutto vogliamo il bene del Modica Calcio”.

Di poche parole ma molto dirette quelle pronunciate dal dirigente Giovanni Avola: “ I tifosi stiamo tranquilli – ha spiegato ai presenti – con questa dirigenza sarà difficile non avere un Modica competitivo. Stiamo lavorando a 360° per mettere su una squadra forte. Abbiamo tanti contatti e molte trattative. Noi per primi sappiamo che la squadra ha bisogno di tre/quattro elementi che ci possano far fare il salto di qualità, ma non vogliamo commettere errori e quindi stiamo andando con i piedi di piombo, ma posso assicurarvi che non ci tireremo indietro e se ci sarà da migliorare la squadra lo faremo anche a stagione in corso. Quello che posso assicurare – ha concluso Avola – il nostro massimo impegno e la nostra massima disponibilità”.

Poi è stata la volta del tecnico Rosario Cervillera: “Torno a Modica con le motivazioni giuste e con la grinta e la voglia di far bene per una piazza importante come questa – ha commentato Saro Cervillera – Io sono uno che vuole sempre migliorare e appena mi si è presentata la possibilità di allenare a Modica non me la sono fatta scappare”. Cervillera si è poi chiarito con i tifosi con il quale in passato ha avuto qualche “incomprensione”. “Se ho accettato di venire ad allenare qui è perchè sono sicuro di poterlo fare e di poter dare tutto come ho sempre fatto quando ho indossato e sudato la maglia rossoblu, ma anche quelle che ho indossato durante la mia carriera da calciatore. Se ho avuto la possibilità di avere al braccio anche la fascia da capitano in cinque città diverse un motivo ci sarà. Modica merita palcoscenici più importanti della Promozione e io arrivo qui con la voglia e l’intenzione di lasciare un segno del mio passaggio in rossoblù, ma per farlo serve l’aiuto di tutti e soprattutto di voi tifosi”.

Michele Zocco ha poi tracciato l’obiettivo della campagna abbonamenti che non dovrà andare al di sotto delle 300 tessere vendute. Per coinvolgere quante più persone possibili ha anche lanciato la “provocazione” di vendere i primi cento abbonamenti appena saranno disponibili alla simbolica cifra di 30 euro anziché 50 euro.

Il massimo dirigente dei “Tigrotti” ha anche poi ricordato gli altri componenti della “squadra” dirigenziale che per motivi di famiglia e lavorativi non hanno potuto presenziare all’incontro con la città. Resta nella dirigenza con un ruolo diverso da quello occupato fino a qualche mese fa Mommo Carpentieri, il ruolo di direttore sportivo è stato affidato a Peppe Sammito, mentre vice presidente è stato nominato Elio Scollo (figlio dello “zio Pietro”).il team manager è invece Gianni D’Iapico che come ricordato dal presidente in sede di presentazione torna a Modica ed è onorato di farlo dopo essere stato in dirigenza nell’era Cundari. D’Iapico curerà anche la parte burocratica e sta lavorando a pieno ritmo da diversi giorni e proprio ieri ha completato la domanda d’iscrizione al prossimo campionato dei “rossoblù”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

tre × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.