Rosolini, celebrati i funerali delle tre vittime nell’incidente di Ispica

0
2552

E’ stato il vescovo della Diocesi di Noto, Mons. Antonio Staglianò, a celebrare i funerali nella chiesa madre di Rosolini, delle tre vittime del tragico incidente stradale nella notte tra sabato e domenica avvenuto in territorio di Ispica. Nemmeno il sagrato ha saputo contenere le migliaia di persone intervenute. Praticamente Rosolini si è fermata. Un lungo silenzio e una commozione palpabile hanno caratterizzato i funerali di Cristian Minardo, 22 anni, la fidanzata Aurora Pucci Serrentino, di 17, e la zia Rita Barone, 54 anni. Negozi ed attività commerciali, le scuole sono rimasti chiusi per il lutto cittadino proclamato dall’Amministrazione Comunale. Le bare sono state accolte dagli applausi della folla e sono uscite insieme tra due ali di folla per incamminarsi verso il cimitero. Presenti, tra autorità, i sindaci di Rosolini e Ispica, Pippo Incatasciato e Pierenzo Muraglie. Cristian ed Aurora sono stati ricordati con le parole toccanti di alcuni compagni della giovane coppia che avevano trascorso insieme a loro le ore della festa precedente il tragico incidente. Intanto si è tenuta l’udienza di convalida dell’arresto di Angelo Runza, il giovane che era alla guida della Fiat Grande Punto che si era scontrata con la Toyota Yaris delle tre vittime. L’avvocato Giovanni Giuca ha presentato opposizione al provvedimento restrittivo. Il Giudice del Tribunale di Ragusa non ha convalidato il fermo ma ha confermato i domiciliari presso l’Ospedale Cannizzaro di Catania, dove il 22enne è ricoverato in condizioni ritenute stazionarie nelle loro gravità.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

4 × 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.