Controlli della Polizia municipale al Mercato ortofrutticolo di Vittoria. Sanzionati i titolari di alcuni box

0
438

Nell’ambito delle verifiche effettuate negli ultimi giorni, la Polizia municipale di Vittoria, guidata dal Comandante Cosimo Costa, ha effettuato una serie di controlli al Mercato ortofrutticolo.
Cinque le violazioni del regolamento riscontrate, per le quali si è proceduto all’ elevazione di altrettanti verbali di violazioni amministrative.
In particolare, tre verbali sono stati elevati per cessione parziale o totale del posteggio, e gli altri due per inattività del posteggio non tempestivamente comunicata al direttore del Mercato e per morosità di oltre trenta giorni nel pagamento del corrispettivo per l’uso del posteggio.
I verbali elevati sono stati trasmessi alla Direzione Sviluppo economico del Comune, per i provvedimenti consequenziali.
I controlli hanno riguardato anche l’ingresso del Mercato e le persone presenti nella struttura. Centootto gli operatori identificati, altrettanti i veicoli sottoposti a controllo. Elevati due verbali per mancata revisione del mezzo e ritirata una patente di guida perché scaduta.
L’attività della Polizia municipale è proseguita anche sul versante dei controlli annonari nelle attività commerciali della città. Il titolare di un esercizio di generi alimentari che occupava abusivamente il suolo pubblico con la merce esposta è stato sanzionato ai sensi dell’articolo 20 del Codice della strada. Il verbale è stato trasmesso alla Direzione Sviluppo economico e alla Direzione Tributi per i provvedimenti consequenziali, che potrebbero portare alla sospensione dell’attività.
Il titolare di un altro esercizio pubblico è stato verbalizzato perché i controlli effettuati congiuntamente lo scorso 11 Gennaio con l’Arpa hanno accertato il superamento dei decibel consentiti. Il verbale è stato trasmesso alla Direzione Ecologia del Comune per l’emissione dei provvedimenti conseguenziali, ed è stata informata l’autorità giudiziaria.

“I controlli al Mercato ortofrutticolo – ha dichiarato il Prefetto Dispenza – mirano a garantire la piena affermazione della legalità e a tutelare le aziende e gli operatori che operano all’interno della struttura nel rispetto delle leggi e del regolamento, al fine di impedire che subiscano vessazioni e pressioni indebite ed illegali. Sin dal nostro insediamento abbiamo chiarito, e i dati lo confermano, che non vi è alcuna tolleranza nei confronti di chi viola le norme: solo garantendo legalità e trasparenza possiamo assicurare un’economia sana e uno sviluppo che si traduca in benessere della collettività”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

quattro + 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.