Modica sceglie la continuità. Abbate sbaraglia tutti con percentuali bulgare in molte sezioni. L’opinione e il riepilogo delle liste

17
5891

Abbate ha bussato, Modica ha risposto. Nel mio precedente articolo, avevo previsto puntualmente una vittoria con largo margine del sindaco uscente(fra l’altro senza strascichi di ballottaggi). La gente ha preferito calma, moderazione e progettualità esecutiva futura, rispetto a proposte non molto bene articolate e pertanto poco recepite ( 5 stelle) ed una campagna elettorale troppo esasperata portata eccessivamente sulla critica dell’avversario e poco descrittiva di una progettualità di rilievo ( lista Cento Passi). Eppure c’erano ( e per noi restano ancora) tutti gl’ingredienti per una campagna all’insegna del fair play. Salvatore Poidomani, dopo aver iniziato a parlare in modo pacato di una serie di proposte per la Città, ha invece di colpo fatto virare la cartina tornasole della politica, prepotentemente nell’ambito dell’attacco continuo all’avversario e, in certi momenti, con toni, a mio avviso, troppo “demonizzanti”.
In campagna elettorale, restando sempre ancorati nell’ambito della legalità e correttezza, tutto è ammesso. Pubblicizzarsi e mettersi in mostra davanti gli elettori , da che mondo e mondo, è alla base della ricerca dei consensi. Demonizzare a tutti i costi gli altri e presentarsi sempre come il buon esorcista, alla fine non paga. Analizzando i dati in ogni caso, un voto di conferma avversa e nello stesso tempo di protesta di quasi un terzo dei cittadini, lo abbiamo registrato attraverso la proposta della lista “Cento Passi” (ricordiamo la visita dello stesso leader Claudio Fava a perorare la causa elettorale). Siamo certi che, nella logica della politica democratica, Abbate ne terrà conto. Forse dai 5 Stelle ci si aspettava di più. E’ chiaro che il dato, certamente in tendenza nazionale, che li vede in molti Comuni italiani, in calo rispetto ad un Centro destra rinvigorito certamente dall’iniezione leghista, livella anche il trend modicano, ma sinceramente questa “poca affermazion” del Movimento non l’avevamo preventivata. Cartier ha impostato, come suo costume, una campagna elettorale pulita e basata sulla correttezza ed il rispetto degli avversari, ma evidentemente ancora a Modica (a differenza di Ragusa dove tuttavia vanno al ballottaggio) non ci sono i presupposti tecnici per un “Governo locale del Cambiamento”. Forse perché ( ed è proprio questo il punto) la grande maggioranza dei Modicani non desidera alcun cambiamento, non ne sente alcun bisogno. Per loro Abbate ha lavorato bene, e sperano che lavorerà ancora meglio. E’ certamente “il sindaco che conoscono” e desiderano ancora lui, questo è il verdetto dei seggi. Diceva il grande Peppe Drago(che di campagne elettorali ne aveva fatte e vinte tante) che il consenso politico si acquisisce nelle piazze e nelle case, fra la gente e mai grazie alle acerrime polemiche con gli avversari o peggio ancora, nelle aule dei tribunali. “La gente non è abituata a questo tipo di contesa basata sui continui attacchi all’avversario – dice Abbate intervistato da una tv locale – la gente vuole discussioni serie, proposte e rassicurazioni sul futuro migliore”. Dopo questo bagno di fiducia, adesso è il momento della grande dimostrazione d’affetto del sindaco verso tutti i cittadini ( elettori e non). Affetto che si deve manifestare in un solo modo: con il lavoro e l’impegno continuo verso la propria città. . Rivolgendosi alle opposizioni ha detto: “Vi aspetto al palazzo di Città per lavorare tutti insieme, uniti per il bene della Città. Vi chiedo un’opposizione seria e responsabile ma soprattutto propositiva , affinché la maggioranza possa fare proprie anche le buone proposte della minoranza“.Il Piano regolatore Generale ed il Piano Spiagge , come sempre detto, saranno un grande banco di prova per tutti. Non sappiamo ancora se le liste otterranno consiglieri in più grazie al premio di maggioranza, ma in ogni caso, ci sarà enorme lavoro sia per la maggioranza che per le opposizioni. Aspettiamo con ansia i dati sulla composizione del Consiglio Comunale. Abbate lo ha ribadito, come sempre: “Sarò il sindaco di tutti”, e non ci pare frase di circostanza. Ci sembra un buon inizio anzi, passateci il termine, un” buon rientro” felice del primo cittadino e siamo sicuri che come sempre, sarà veramente il sindaco di tutti i Modicani.

17 Commenti

  1. Continuità? Non saprei, ma sono felicissimo di non avere più niente a che fare con questa città. Cambiare tutto per non cambiare niente? Tomasi di Lampedusa non va mai fuori moda.

  2. Caro Roccaro, non sempre le percentuali bulgare qualificano lo spessore e la credibilità del suo destinatario. Nella storia dell’umanità quanti come lui sono stati lasciati al loro destino da chi il giorno prima l’avevano osannato? Per cortesia, teniamo i piedi per terra e guardiamo insieme, se ci riesce, al nostro futuro da una prospettiva realistica. Lei ha fatto riferimento ad un nostro comune amico che, purtroppo, non c’è più. Non facciamo paragoni che non calzano e rischiano di diventare offensive alla sua memoria e alla memoria di chi lo ha amato sinceramente. Peppe Drago in politica, come nella vita di tutti i giorni, aveva sempre dismostrato signorilità, buon senso e, principalmente, rispetto verso gli avversari politici. E da parte degli avversari politici e della gente comune mi risulta che riscuotesse altrettanto rispetto, stima e simpatia. La qualcosa non possiamo e non potremo dire assolutamente del suo sindaco. In questi ultimi cinque anni il riconfermato è riuscito a raccogliere attraverso artifici insostenibili o poco leciti parecchi consensi che molto presto (non faccia finta di non saperlo) risulteranno effimeri. In altra parte, l’ho definita una vittoria di Pirro. Vorrò vedere se attraverso questa stessa testata giornalistica sarà disponibile a rivedere le sue convinzioni e le sue felicitazioni, una volta che calerà la nebbia che ha ammantato la cattiva gestione, rivelandone la giusta realtà delle cose!

  3. Gent.mo sig. Tanocar, non sa quanto la invidio. E quanto condivida il suo pensiero! Chissà se un giorno butteremo il cane Bendicò impagliato, immobile e tarlato, giù dal balcone del palazzo!

  4. @Gianni Iacono capisco che per lei opositive di Abbate oggi non è un buon giorno ma Modica ha riconfermato il Sindaco che lavora al fianco dei suoi concittadini.Questa vittoria schiacciante è la migliore delle risposte a quanti in queste settimane presi dalla paura e dall’invidia non hanno fatto altro che criticare.Fatevene una ragione quasi il 70% dei Modicani ha riconfermato chi concretamente ha lavorato per il paese!!

  5. Caro @Peppe, personalmente me ne sono fatto una ragione già da tempo e, principalmente, ho sempre rispettato la volontà popolare perché ho il senso della democrazia e delle istituzioni; la qualcosa non sta assolutamente di casa presso chi Lei sostiene. Il dramma per noi cittadini tutti sta nel fatto che si preparano tempi bui, che Lei ci creda o meno. Non per voler fare la Cassandra, ma guardi che quando arriverà il giudizio finale chi ha sbagliato pagherà e non sarà per niente sufficiente il 70% di voti a cancellare tutto.
    Comunque, mi creda, per il bene di tutti noi vorrei che le previsioni non fossero quelle da me paventate; non sono autolesionista. Purtroppo, i riscontri forse mi danno ragione. E se ho ragione la scuso anticipatamente perché credo che Lei sia in buona fede!

  6. Non avevo mai votato Drago ma ne riconoscevo la disponibilità verso i cittadini TUTTI , ne riconoscevo il carisma , ne riconoscevo l ampia visione del Politico , la maiuscola non è casuale . Non ho mai votato il “moderato ” Abbate in quanto lo ritengo un politico , la minuscola non è casuale , alla ricerca continua del facile consenso , pertanto di corto , cortissimo respiro . Ma mi inchino al volere degli elettori come è giusto che sia .

  7. ‘…..si preparano tempi bui…..’. Vuol dire che di sera e di notte porteremo le torce per illuminare strade e marciapiedi dato che i lampioni pubblici saranno spenti. Pazienza.

  8. @lettura185, che tu ci creda o no il tuo spirito di patate marce finirà presto e dovrai cercarti un altro padrone.

  9. Ha votato il 62% degli aventi diritto al voto e Abbate ha ricevuto il 65%: totale il 37/38%. Calma coi dati

  10. @Maggioranza?: ……. e chissà quanti di questi 37’/38% ha partecipato alle “arrustute”, a quanti gli hanno asfaltato le vanelle e a quanti hanno messo i pali della luce … chissà!?!? Forse la magistratura potrà darci sodisfazioni future?

  11. Si rifa la conta . . intanto il tempo passa , e siamo a luglio senza consiglio comunale insediato .
    Poi arriva agosto e tutti in ferie , insomma si tira a campare (o meglio restare a galla ancora un po . .) .

  12. Ma con il DISSESTO alle porte perchè Abbate si è riproposto ed ha fatto di tutto per essere eletto ?
    SEMPlìLICE !
    Cosi da tenere tutto sotto controllo , in modo tale da dichiarare il”dissesto interno”un secondo prima che la Corte dei Conti dichiari il DISSESTO “esterno” .
    Chiedetevi cosa comporta tutto ciò nel bene e nel male ed avrete la quadra ? Sta li la “furbata”. . .
    INTANTO I MILIONI SONO PIU DI 100 . . .
    Ma se con Buscema erano stati certificati in 64 milioni (sommatoria delle amministrazioni precedenti) , come sono lievitati fino ad oltrepassare i 100 ?
    Nel frattempo qualcuno vi farà pagare l’acqua a centilitro cubo . .
    W modica ed i suoi 18.000 creduloni . .
    Come diceva il nonno : “i risparmi ro spizzicuni se godi u sciampagnuni “.

  13. l’HO DETTO E LO RIPETO :
    La Democrazia non è prerogativa di Qualità , ne tanto meno di Libertà di espressione di voto .
    Men che meno a Modica !

  14. Finiti gli effetti speciali , inaugurazioni ,rotonde e asfalto a go go , si torna finalmente alla normalità e alla dura realtà. Come accennato dal commento precedente la situazione finanziaria di questo comune dovrebbe preoccupare la squadra visibile e invisibile , i burattinai che stanno dietro le quinte ,di questa amministrazione . Ombre minacciose si aggirano sui cieli modicani , gli effetti speciali del sindaco riusciranno a cacciarle via ? Per il bene di Modica e dei modicani ci spero . Ma la speranza non basta !

  15. La situazione finanziaria è grave, ma non accadrà il dissesto. Si tratta di un comune attenzionato come tanti altri superiore a 50 mila abitanti.
    Sono le scelte dettate da immaturità politica che sento di sollevare: piuttosto che strade nuove da asfaltare, avrei regalato condom!

  16. Finita la kermesse elettorale bisogna fare una analisi di cosa è successo .dati alla mano l exploit di Abbate è dovuto soprattutto: a ) al disastroso risultato dei grillini ( naturalmente Abbate non ne ha colpe ) a conferma di un movimento poco organizzato e strutturato sul territorio che lo rende politicamente inaffidabile . b) l assenza completa , neanche un incontro pubblico anche solo per incoraggiare e sostenere i loro candidati , dei pezzi da 90 quali sono gli onorevoli DI Pasquale ,Ragusa e Minardo , che come si sa a Modica hanno un gran numero di elettori , che praticamente hanno lasciato campo libero ad Abbate . Un comportamento quanto meno strano per non dire altro .Sostanzialmente una non partecipazione alla sfida elettorale . E la cosa dovrebbe far riflettere perché forse a Modica non è stato eletto a sindaco solo Abbate . Almeno per me è così.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

cinque × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.