Modica sceglie la continuità. Abbate sbaraglia tutti con percentuali bulgare in molte sezioni. L’opinione e il riepilogo delle liste

Abbate ha bussato, Modica ha risposto. Nel mio precedente articolo, avevo previsto puntualmente una vittoria con largo margine del sindaco uscente(fra l’altro senza strascichi di ballottaggi). La gente ha preferito calma, moderazione e progettualità esecutiva futura, rispetto a proposte non molto bene articolate e pertanto poco recepite ( 5 stelle) ed una campagna elettorale troppo esasperata portata eccessivamente sulla critica dell’avversario e poco descrittiva di una progettualità di rilievo ( lista Cento Passi). Eppure c’erano ( e per noi restano ancora) tutti gl’ingredienti per una campagna all’insegna del fair play. Salvatore Poidomani, dopo aver iniziato a parlare in modo pacato di una serie di proposte per la Città, ha invece di colpo fatto virare la cartina tornasole della politica, prepotentemente nell’ambito dell’attacco continuo all’avversario e, in certi momenti, con toni, a mio avviso, troppo “demonizzanti”.
In campagna elettorale, restando sempre ancorati nell’ambito della legalità e correttezza, tutto è ammesso. Pubblicizzarsi e mettersi in mostra davanti gli elettori , da che mondo e mondo, è alla base della ricerca dei consensi. Demonizzare a tutti i costi gli altri e presentarsi sempre come il buon esorcista, alla fine non paga. Analizzando i dati in ogni caso, un voto di conferma avversa e nello stesso tempo di protesta di quasi un terzo dei cittadini, lo abbiamo registrato attraverso la proposta della lista “Cento Passi” (ricordiamo la visita dello stesso leader Claudio Fava a perorare la causa elettorale). Siamo certi che, nella logica della politica democratica, Abbate ne terrà conto. Forse dai 5 Stelle ci si aspettava di più. E’ chiaro che il dato, certamente in tendenza nazionale, che li vede in molti Comuni italiani, in calo rispetto ad un Centro destra rinvigorito certamente dall’iniezione leghista, livella anche il trend modicano, ma sinceramente questa “poca affermazion” del Movimento non l’avevamo preventivata. Cartier ha impostato, come suo costume, una campagna elettorale pulita e basata sulla correttezza ed il rispetto degli avversari, ma evidentemente ancora a Modica (a differenza di Ragusa dove tuttavia vanno al ballottaggio) non ci sono i presupposti tecnici per un “Governo locale del Cambiamento”. Forse perché ( ed è proprio questo il punto) la grande maggioranza dei Modicani non desidera alcun cambiamento, non ne sente alcun bisogno. Per loro Abbate ha lavorato bene, e sperano che lavorerà ancora meglio. E’ certamente “il sindaco che conoscono” e desiderano ancora lui, questo è il verdetto dei seggi. Diceva il grande Peppe Drago(che di campagne elettorali ne aveva fatte e vinte tante) che il consenso politico si acquisisce nelle piazze e nelle case, fra la gente e mai grazie alle acerrime polemiche con gli avversari o peggio ancora, nelle aule dei tribunali. “La gente non è abituata a questo tipo di contesa basata sui continui attacchi all’avversario – dice Abbate intervistato da una tv locale – la gente vuole discussioni serie, proposte e rassicurazioni sul futuro migliore”. Dopo questo bagno di fiducia, adesso è il momento della grande dimostrazione d’affetto del sindaco verso tutti i cittadini ( elettori e non). Affetto che si deve manifestare in un solo modo: con il lavoro e l’impegno continuo verso la propria città. . Rivolgendosi alle opposizioni ha detto: “Vi aspetto al palazzo di Città per lavorare tutti insieme, uniti per il bene della Città. Vi chiedo un’opposizione seria e responsabile ma soprattutto propositiva , affinché la maggioranza possa fare proprie anche le buone proposte della minoranza“.Il Piano regolatore Generale ed il Piano Spiagge , come sempre detto, saranno un grande banco di prova per tutti. Non sappiamo ancora se le liste otterranno consiglieri in più grazie al premio di maggioranza, ma in ogni caso, ci sarà enorme lavoro sia per la maggioranza che per le opposizioni. Aspettiamo con ansia i dati sulla composizione del Consiglio Comunale. Abbate lo ha ribadito, come sempre: “Sarò il sindaco di tutti”, e non ci pare frase di circostanza. Ci sembra un buon inizio anzi, passateci il termine, un” buon rientro” felice del primo cittadino e siamo sicuri che come sempre, sarà veramente il sindaco di tutti i Modicani.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

17 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI