Comprare casa in Sicilia nel 2018 conviene, prezzi più bassi e mutui convenienti

0
2457

Buone notizie in questo 2018 per tutti coloro che hanno deciso di acquistare la loro prima casa, oppure un immobile da destinare a locazione nel territorio siciliano. Dai dati emersi in questi primi mesi dell’anno, l’acquisto di una nuova abitazione risulta maggiormente conveniente rispetto agli anni scorsi. I prezzi delle case su tutto il territorio siciliano si rivelano in deciso calo, seguendo un trend che sta investendo gran parte degli immobili presenti sul territorio del nostro paese. Una flessione costante, che rappresenta un fattore vantaggioso per coloro che hanno soldi da investire nel mattone, anche se, specifichiamo subito, non stiamo assistendo a quanto accaduto nel 2007, quando la crisi economica portò al crollo dei prezzi di acquisto delle abitazioni.

 

Gli esperti sottolineano che il 2018 sarà contraddistinto da una costante diminuzione dei prezzi di acquisto delle abitazioni, un segnale importante che dovrebbe trainare la ripresa del settore immobiliare sul territorio siciliano, grazie anche alle migliori condizioni che si possono ottenere dall’accensione di mutui presso i principali istituti di credito. Prodotti come Conto Arancio, messo a disposizione dal colosso ING Direct, offre una soluzione concorrenziale con tassi di interesse ai minimi storici e basse spese accessorie, in grado di venire incontro ad ogni genere di disponibilità economica ed esigenza, garantendovi un acquisto sereno e protetto della vostra prima casa, ma anche di immobili destinati alla locazione turistica, un campo quest’ultimo previsto in crescita nel 2018 sul territorio Siciliano.

 

Dai dati emersi l’interesse per le attività di compravendita immobiliare si concentra nelle zone centrali delle grandi città tra cui Messina e Palermo, luoghi che vengono sempre di più riscoperti, in ambito turistico, non solo per le bellezze legate alle zone balneari, ma anche per l’arte, le tradizioni culturali ed enogastronomiche che mettono a disposizione. Nel centro città, i prezzi per le abitazioni sono scesi a valori di 1800€/mq, ma le ricerche e richieste si concentrano anche nelle zone litoranee, dove sono rivalutate le vecchie case dei pescatori, che vengono ristrutturate mettendole a disposizione a studenti e turisti in affitto.

 

Come sopra indicato, a donare ulteriore spinta al settore immobiliare ci sono i dati relativi al settore finanziario legati a prestiti e mutui bancari. Il 2017 si è dimostrato un anno positivo per il settore del credito, che nonostante la flessione sulle richieste di nuovi mutui del 10,3% avvenuta a fine anno, ha visto una ripartenza dei finanziamenti ipotecari per l’acquisto di prime case, che hanno superato il 40% dell’erogato, recuperando più di 10 punti percentuali nell’ultimo biennio. In contrapposizione, è avvenuto l’importante calo di richieste per surroghe e sostituzioni, segnale che i clienti hanno già utilizzato ampiamente questo strumento a loro disposizione, rinegoziando o spostando i mutui precedentemente accesi.

 

Va ulteriormente aggiunto che aumenta anche il numero di persone che acquistano case in Sicilia con la finalità di destinarle al settore degli affitti brevi e “low cost”. Il successo di portali web quali Airbnb e Booking hanno permesso di mettere direttamente in comunicazione fra loro la domanda e l’offerta, facilitando le imprese familiari e i privati che vogliono affittare i loro appartamenti.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

uno × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.