Cerca
Close this search box.

Imparare il Coding con un corso riconosciuto dal MIUR: il futuro è digitale

Tempo di lettura: 2 minuti

Al giorno d’oggi, la tecnologia è diventata parte integrante della quotidianità delle persone. Pertanto, è fondamentale avere delle competenze informatiche da spendere sul mercato del lavoro.

Una delle abilità più richieste riguarda il coding, ovvero la capacità di programmare utilizzando linguaggi specifici. Contrariamente a ciò che si pensa, il coding non è riservato ai professionisti, ma è sempre più accessibile perché il linguaggio di programmazione sta diventando sempre più semplice.

Come imparare il coding?

Per imparare il linguaggio di programmazione, è possibile frequentare un corso coding riconosciuto MIUR. I corsi, infatti, offrono l’opportunità di poter apprendere le basi della programmazione informatica ed acquisire, così, le giuste competenze per districarsi tra i linguaggi digitali.

Questi permettono sia di risolvere problematiche complesse, sia di creare app e siti web, grazie alla propria creatività. In altre parole, il coding favorisce il cosiddetto pensiero computazionale, nonché le abilità di problem solving e di lavoro di squadra, aspetti che sono sicuramente importantissimi nella vita quotidiana delle persone.

Cos’è il coding

Prima di comprendere perché è così importante il coding e quali vantaggi offre, è bene precisare di cosa si tratta. Con questo termine si fa riferimento essenzialmente alla programmazione informatica, ovvero, all’ideazione e allo sviluppo di software. Programmare, in poche parole, significa fornire informazioni a un esecutore che non ha una propria intelligenza. Ed è proprio per questo che le informazioni devono essere molto semplici ed estremamente chiare in modo da poter essere fornite all’esecutore una per volta in maniera sequenziale ed esaustiva, ovvero, senza lasciare nessun dettaglio. L’insieme delle istruzioni fornire all’esecutore per poter porre in essere un determinato compito viene comunemente definito “programma”. Pertanto, alla luce di tutto ciò. Se viene usato come strumento didattico, il coding permette di sviluppare:

  • Creatività: infatti, è possibile creare tutto ciò che si riesce ad immaginare, almeno potenzialmente);
  • Problem solving: grazie allo sviluppo del pensiero computazionale, si acquisisce la capacità di risolvere problemi via via sempre più articolati e complessi;
  • Lavoro di squadra: oggigiorno esistono delle piattaforme di coding che permettono di effettuare un lavoro di gruppo, il che consente di interagire e relazionarsi con altri soggetti al fine di realizzare progetti e lavori comuni.

Perché cimentarsi nel coding?

Come già accennato, apprendere le fondamenta del coding può essere utile per sviluppare la propria creatività. Tuttavia, questa non è l’unica ragione per dedicarsi a questa attività.

Il coding permette di sviluppare un’attitudine al problem solving, inoltre favorisce il lavoro di squadra e stimola la reattività. Ciò significa che l’apprendimento dei linguaggi informatici non solo stimola il talento di ciascuno, ma promuove anche una mentalità collaborativa e consente di acquisire competenze fondamentali nel mondo moderno, in continua evoluzione.

Tutto ciò è possibile grazie allo sviluppo del pensiero computazionale, ovvero, il processo mentale che permette di risolvere problemi di varia natura seguendo metodi e strumenti specifici scelti in base a una strategia già predisposta. In altri termini, si tratta di un processo logico creativo utilizzato giorno per giorno nella quotidianità. Imparare a farne un buon uso permette di affrontare le situazioni in modo analitico ed efficiente, riducendo la possibilità di commettere errori.

 

 

© Riproduzione riservata

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top