Pullman Ast non assicurati? Di Paola (M5S): “Inconcepibile”. L’assessore Falcone e i vertici dell’azienda vengano a riferire all’Ars”

“Apprendiamo da una giornalista che un pullman dell’Ast, carico di pendolari,  sarebbe stato scoperto da assicurazione. Se ciò rispondesse al vero, oltre ad essere inaccettabile, sarebbe anche gravissimo. Sulla vicenda va fatta chiarezza, per questo chiederemo la convocazione dei vertici dell’azienda e dell’assessore Falcone in commissione all’Ars. Non vorremmo che l’episodio, se confermato, non fosse nemmeno isolato”.
Lo afferma il deputato regionale del M5S Nuccio Di Paola del M5S all’Ars, in relazione a quanto denunciato dalla giornalista  Viviana Sammito, vittima di un incidente con un pullman dell’Ast, risarcita solo grazie all’intervento del Fondo vittime della strada, in quanto il mezzo che ha impattato con la sua autovettura, sarebbe risultato sprovvisto di assicurazione.
“È completamente fuori dal mondo – afferma Di Paola – che un mezzo pubblico possa essere scoperto da assicurazione. L’episodio, sempre da confermare, è venuto fuori solo in occasione di un sinistro, ma siamo sicuri che si tratti di un caso isolato? Chi viaggia su mezzi pubblici deve essere sicuro di essere garantito nel migliore dei modi possibili. Sulla vicenda siamo determinati ad andare a fondo.  Per farlo chiederemo le carte che accertino la copertura assicurativa dei mezzi Ast negli ultimi anni. Nell’attesa siamo curiosi di capire cosa ci risponderanno l’assessore Falcone e i vertici dell’azienda”.
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI