Percorsi letterari di Sicilia. Primo confronto con i sindaci iblei per costituzione comitato promotore

0
410

Avviato il tavolo istituzionale per l’individuazione del comitato promotore che dovrà dare corpo all’istituzione dei percorsi letterari di Sicilia per quanto concerne la provincia di Ragusa.
Il Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, Salvatore Piazza, ha riunito i sindaci dei comuni iblei per individuare criteri e modalità per pervenire all’individuazione del comitato promotore e registrare l’eventuale disponibilità degli Enti per questo progetto che consentirà di promuovere e valorizzare il patrimonio letterario siciliano. Alla riunione ha preso parte pure la deputata regionale Stefania Campo, prima firmataria del disegno di legge che punta ad unire i luoghi legati alla memoria di poeti, scrittori e drammaturghi che sono nati e vissuti in Sicilia.
I percorsi letterari saranno segnalati con apposita cartellonistica per raggiungere i luoghi in cui hanno vissuto gli scrittori e i poeti siciliani o quelli descritti nelle loro opere in un itinerario che coinvolgerà siti naturali, archeologici, luoghi enogastronomici, casa natale o i luoghi di frequentazione e conversazione. Ragusa è ricca di scrittori e luoghi: dal premio Nobel Salvatore Quasimodo e della sua casa natale di via Posterla a Modica, da Gesualdo Bufalino a Comiso, a Serafino Amabile Guastella a Chiaramonte Gulfi ad Emanuele Mandarà a Vittoria a Vann’Antò a Ragusa ma anche ai luoghi iblei frequentati da Leonardo Sciascia e Vincenzo Consolo.
Il Commissario Piazza ha invitato i sindaci a procedere all’individuazione del comitato promotore che poi tenendo conto delle segnalazioni delle varie Amministrazioni potrà procedere alla definizione dei percorsi letterari. La prossima riunione per costituire il comitato è stata fissata per mercoledì 4 dicembre alle ore 11,30.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

15 − 6 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.